Utente 395XXX
Salve. Sono incinta alla 21 settimana e non immune alla toxoplasmosi. Avrei 3 domande da farle:
1. Le uova crude o le creme fatte in casa crude sono pericolose per la salmonella. Ma anche per il toxoplasma?
2. Il pesto comprato io l ho sempre mangiato, nessuno mi ha mai detto che potesse essere pericoloso per il toxoplasma, invece ieri ho letto un articolo in cui dicevano che è sconsigliato.
3. Le rosticciane cotte alla brace, anche se cotte per molto tempo rimangono sempre rosate in prossimità dell'osso. Le temperature raggiunte nella cottura alla brace sono sufficienti eventualmente a distruggere il toxoplasma?
Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
VIAREGGIO (LU)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Le sue domande necessitano di una risposta più ampia .
La toxoplasmosi è causata un protozoo
Questo microrganismo, peraltro estremamente labile, viene trasmesso agli animali (soprattutto i maiali) e all'uomo attraverso gli escrementi di animali domestici ,prevalentemente il gatto, che è l’ospite definitivo e il quale a sua volta viene infettato per ingestione di carne infetta o tramite ingestione di oociti escreti da altri gatti. Il microrganismo si può trovare in natura in altri ospiti accidentali quali animali carnivori, onnivori ed erbivori (alcuni mammiferi, uccelli ed in qualche rettile) ma che costituiscono una quota irrilevante nella trasmissione ed il contagio della malattia
Il rischio di contrarre la toxoplasmosi nella popolazione generale oggi è estremamente basso.
Lo dimostrano i dati da cui emerge che la stragrande maggioranza delle giovani generazioni (negativa al TOXO test) risulta di non aver mai contratto la malattia nell’arco della vita .
Questo è dovuto al fatto che i cibi che noi mangiamo vengono da produzioni igienicamente controllate e inoltre difficilmente raggiungibili da animali in grado di contaminarle.
Parlo dunque di serre e di grandi produzioni ortofrutticole , di allevamenti a carattere industriale di suini e bovini dove purtroppo le scrofe e vacche non abbandonano mai la stalla.
Le assicuro che è veramente difficile contrarre una toxoplasmosi tra la popolazione in generale e nella donna gravida in particolare.
Le faccio i migliori auguri per una maternità ricca di gioie e soddisfazioni