Utente 402XXX
Gentili medici, da circa due anni, se non di più, avverto dei dolori fortissimi all''addome, in basso a sinistra. Sono dolori che ricordano l''intensità dei fastidi che si avvertono alla milza durante la corsa (sono un''ex sportiva e conosco bene quel tipo di fitte) ma sono molto molto più forti di quelli. Mi capita sempre quando cammino dopo aver mangiato, dove per camminata intendo una semplice passeggiata che non richiede alcun tipo di sforzo (incluse anche quelle in città in cui ci si ferma per le vetrine, per far capire l''andatura), e sono talmente forti da dovermi fermare immediatamente, mentre non si sono mai manifestati durante o dopo rapporti sessuali o altri tipi di sforzi.
Ho notato che nel momento esatto in cui mi fermo, il dolore sparisce completamente, e bastano pochi passi per sentirlo di nuovo, lancinante, sento quasi tirare. L''intensità del dolore "cresce" e aumenta con i passi, ma se faccio una forte pressione con la mano, si attenua leggermente. Durante questo ampio arco di tempo ho avuto modo di osservare i sintomi e mi sono accorta che il più delle volte insorgono dopo un centinaio di metri o poco meno, e che capita solo dopo aver mangiato, benché non sia rilevante la quantità di cibo. Non dipendono dal periodo del ciclo mestruale né credo possano essere collegati all''apparato genitale in quanto si tratta di un dolore più "esterno". Se dovessi aiutarvi a localizzarlo meglio, direi quasi che ha la stessa posizione dell''appendice ma che si manifesta sempre e solo a sinistra, quindi speculare.

Devo essere sincera, nonostante si tratti di dolore e non di semplice fastidio, non ho mai chiesto un consulto medico, forse perché manifestandosi solo in determinate circostanze, cerco di evitarle e non ci faccio caso. Sono una studentessa fuori sede e non abito nella città in cui risiede il mio medico di base, quindi mi è difficile al momento farmi visitare.

Sulla base di questi elementi e con i limiti che un consulto online possa dare, secondo voi devo preoccuparmi?

Chiedo scusa se dovessi aver sbagliato sezione ma non sapevo dove altro postare.
Vi ringrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Ipotizzare una causa di un sintomo senza l'opportunità di eseguire un esame obiettivo è molto arduo. La modalità di insorgenza durante la deambulazione propenderebbe per un motivo muscolo scheletrico, mentre la relazione con l'assunzione di cibo sembrerebbe indirizzare verso problematiche relative all'apparato gastroenterico. Ribadendo il concetto dell'assoluta indispensabilità della visita medica, un esame ecografico addominale e pelvico potrebbe essere un valido esame iniziale. Cordiali saluti.