Utente 402XXX
Buongiorno,
ho 43 anni, sono sieropositiva da un anno, in terapia da 4 mesi con carica virale 120 e 750 cd4+.
Qualche giorno dopo aver fatto un'igene dentaria a Milano, mi è esplosa una forte gengivite localizzata sull'arcata superiore dagli incisivi ai canini (stessa zona dove l'igenista mi fece l'anestesia) e nella parte di palato retrostante. La gengiva appariva lacerata con taglietti.
Ho provato colluttorio alla clorexidina, aloe vera, gel rigenerante e ho fatto 6gg di antibiotico ma dopo 18 giorni si è alleviata ma ancora non è passata.
La causa più probabile potrebbe essere il virus hi o la terapia? o piuttosto l'intervento d'igene?
C'è qualcosa che posso fare per provare a risolvere oppure mi devo rassegnare non poter più sorridere per la futura recessione gengivale?
grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
La sua condizione primaria può dare delle forme parodontali acute.
E' però peraltro vero che il tutto è cominciato dopo l'igiene: sarebbe pertanto opportuna una visita di rivalutazione per capire se ulteriori cure (penso a d esempio anche al laser) possono migliorare la situazione o far guarire i tessuti.
Nel frattempo continui la terapia con coluttori medicati ed una attenta igiene orale.
Cordiali saluti