Utente 402XXX
Buonasera
soffro di attacchi di panico accompagnati da agorafobia da 10 anni, ho effettuato terapia a per due anni su prescrizione del primo specialista, anafranil + alprazolam al bisogno; a terapia ultimata sono stata bene per un periodo abbastanza lungo. Lo scorso anno si è ripresentato il problema e non potendo più recarmi a Roma dal mio neurologo, mi sono rivolta ad uno specialista della mia città. Cura farmacologica prescrittami eutimil da 20 mg + 1 cp da 1mg al giorno di xanax a rilascio continuo entro le 24 h. Ieri scopro che il farmacista mi ha sempre dato le compresse da 1mg non a rilascio continuo ma quelle a rilascio immediato. Non ho preso le compresse per tre giorni di seguito perchè avevo dimenticato di prenderle in farmacia lo scorso week-end ed ho avuto dei sintomi che credo di poter associare all'astinenza dei due farmaci: dolore alla muscolatura, alle ossa, testa vuota, ma NON attacchi di panico.
Vorrei cominciare a diminuire sino all'eliminazione entrambi i farmaci; lo specialista della mia città si è trasferito. Vi sarei eternamente grata se poteste darmi una mano in merito. Ho un lavoro che mi impegna molto e richiede lucidità mentale e precisione.
Ringraziandovi, vi saluto cordialmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
confermo che xanax RP e a rilascio prolungato hanno profili completamente diversi, per quanto riguarda la sospensione dei farmaci è inevitabile che si rivolga ad un medico in quanto la sospensione richiede un programma di diminuizione piuttosto graduale che deve essere monitorato