Utente 233XXX
Buonasera a tutti,
Circa 6 anni fa ho subito la totale perdita dei denti incisivi superiori durante un allenamento, non ho avuto la possibilità fino a oggi (e non la ho tuttora) di poter procedere con un intervento di implantologia dentale. Ho però saputo da una persona pratica del settore (ma non un esperto) che continuando a ritardare l'intervento, l'osso al di sopra degli incisivi si "ritrae", non permettendo quindi una facile operazione e rischiando addirittura un trapianto di osso prima dell'intervento di implantologia dentale. Ed infine (sempre seconda questa persona) si rischia una sorta di effetto a catena, per il quale anche i denti vicino agli incisivi si indeboliscono (sempre a causa del fatto che che la parte di osso superiore agli incisivi si "ritrae").
Voi esperti che ne pensate? E' vero o pensate che possa stare tranquillo e nel caso per quanto tempo ancora?
Vi ringrazio in anticipo per la pazienza e mi scuso per il papiro.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marcello Fantini
28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Credo sia giusto dire che con il passare del tempo avviene una continua perdita ossea dove non ci sono più i denti, questa potrebbe riflettersi a livello dei denti laterali, ma in maniera molto relativa. Lei afferma che sono passati già 6 anni dalla perdita dei denti, è già abbastanza, ma è impossibile affermare per "quanto tempo può stare tranquillo", poiché il riassorbimento osseo avanza in funzione di molti fattori di non facile calcolo.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio innanzitutto per la risposta,
Per la precisione cosa intende che la perdita ossea influisce in maniera "relativa" sui denti laterali?
E ancora è troppo chiedere quali sono questi fattori che influiscono nel calcolo del tempo per cui potrei stare tranquillo?
Grazie ancora e buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Marcello Fantini
28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Nel senso che potrà avere una perdita ossea di 2/3 mm, salvo ulteriori complicazioni intervenute, nella zona dei denti adiacente alla zona edentula.
Il riassorbimento osseo aumenta sempre con il passare del tempo, in seguito a patologie metaboliche e con l'utilizzo di una protesi mobile appoggiata sulla zona senza denti.
Se "per stare tranquillo" intende la mancata necessità di innesti ossei, nessuno può affermarlo senza visitarla.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la risposta e per la pazienza.
Alla prossima,
Cordiali saluti!