Utente 204XXX
Buonasera .
Ho 49 anni, altezza 1,68, peso 67 kg, da anni fumo1-2 sigarette die, nessun moto, per pigrizia, e discreta assunzione di alcol.
Vi seguo da anni e vorrei chiedere:
dal gennaio 2007 mi hanno riscontrato un valore della radice aortica di 41 mm., riferendo di “ lieve ectasia “. Tale valore, ad ogni ecocardiocolordoppler annuale, è rimasto invariato: ancora oggi, gennaio 2016 ( 9 anni ) a, 41 mm.
Tutto ciò, nonostante sia iperteso almeno dal 2006 e, talvolta, ma raramente, non riesco a controllare la P.A., specie la diastolica, ( quasi mai, però, sopra i 90 ) Dal 2006 assumo Triatec 10 mg die.
Sia il cardiologo di fiducia, sia il cardiologo ecografista, mi hanno detto che è verosimile che tale valore sia “ congenito “, e che, comunque, si è, ormai, stabilizzato, considerato, come detto, che, da 9 anni, il valore è rimasto invariato. E’ possibile ?
Tutti gli altri valori sono nella norma. Valvola aortica tricuspide normofunzionante. FE > 60.
Premesso che nessuno possiede la sfera di cristallo, il mio quesito è: è possibile che, cambiando stile di vita, con moto moderato e continuo e PA controllata ( non dico ottimale ma, almeno, <140 e <90 ), il valore indicato possa rimanere stabile a lungo ? Oppure, è, comunque, destinato ad aumentare ? Ho letto che l’ectasia della radice aortica è, in genere, scarsamente evolutiva.
Grazie per il prezioso contributo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I valori pressori che lei riporta non sono certo ottimali.
dovrebbero esse inferiori a 125/75 mmHg.
Il triatec ramipril dura circa 12 ore in ckrcolo e pertanto non ha molto senso assumerne una monodose.
lei si gioverebbe probabilmente dellassociaziome ramipril calciomantagonista per abbassare i livelli pressori che sono la,causa della sua ectasia aortica che ovviamente NON puomessere congenita.
Inozi a camminare un ora al giorno, butti via il sale dalla tavola e gli alcoolici.
I suoi valori pressori si normalizzeranno

Arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Dottore, grazie per la risposta.
Ma le vorrei chiedere: facendo come dice lei, è possibile che l'ectasia si mantenga stabile nel tempo, come è stata per nove anni ? Oppure, è, comunque, destinata ad aumentare? Consideri che ho una notevole componente ansiosa in tal senso, che cerco di controllare con gabapentin, alzopram e sertralina. Poi, il triatec 10 mg lo assumo diviso in due dosi, una al mattino ed una alla sera. Il confronto con lo strumento " casalingo " per misurare la PA mi genera ansia. Ho iniziato a fare corsa moderata in palestra. E' utile? Oppure, può essere controproducente ?
Di nuovo grazie.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non mi pare che ci sia alcun motivo di preoccupazione
Curi l ipertensione e migliori il suo stile di vit
Arrivederci

Cecchini
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I valori pressori che lei riporta non sono certo ottimali.
dovrebbero esse inferiori a 125/75 mmHg.
Il triatec ramipril dura circa 12 ore in ckrcolo e pertanto non ha molto senso assumerne una monodose.
lei si gioverebbe probabilmente dellassociaziome ramipril calciomantagonista per abbassare i livelli pressori che sono la,causa della sua ectasia aortica che ovviamente NON puomessere congenita.
Inozi a camminare un ora al giorno, butti via il sale dalla tavola e gli alcoolici.
I suoi valori pressori si normalizzeranno

Arrivederci

Cecchini