Utente 338XXX
Buongiorno Eggr.i Dottori,

ormai sono più di due anni che ho gravi problemi di stomaco (pesantezza, lenta digestione, nausee e vomito ed accumulo d'aria tutto dovuto probabilmente a un cardias beante).

Ora i sinotmi si aggravano provocandomi forti sensazioni di pesantezza al petto dopo i pasti e la notte, con un evidente peggioramento del battito cardiaco e l'aggravarsi della mia extrasistolia.

In concomitanza con questi sintomi si verificano giramenti di testa e e mi sento poco stabile, potendo descrivere la sensazione direi che trattasi di "quasi svenimenti", mi ritrovo ad avere una sensazione di non poter respirare a pieni polmoni, quindi a cercare di fare dei rispeiri molto profondi.

Vorrei capire che relazione ci possa essere tra stomaco e cuore e se la mia situazione possa essere considerata come da ricovero per accertamenti, e come io debba fare in tal caso. Perche vivere cosi non è per niente facile e ho molta paura che da un momento all'altro le cose possano finire male mentre guido o mentre faccio qualsiasi altra cosa...

Sarei più che felice di un riscontro specialistico.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, i suoi sintomi sono esclusivamente legati al problema gastroenterico...Il cuore non ne è responsabile.
Cordialmente