Utente 399XXX
Gentili Dottori,
scrivo la presente per cercare di avere chiarezza su una questione che sta vivendo mia figlia in questi ultimi tempi.Lo scorso ottobre le è stato diagnosticato un polipo intestinale estirpato poi a novembre con polipectomia.Alla visita di controllo le viene trovato un bozzo(lipoma?) a monte del tatuaggio eseguito in endoscopia.A questo proposito viene richiesta una RM per capire bene le dinamiche del caso..
E ora vengo al problema ginecologico: premetto che nel frattempo mia figlia ha fatto diverse ecografie transvaginali tutte andate a buon fine senza evidenziare nulla.
Una in particolare , dopo la prima coloscopia dove avevano effettuato il tatuaggio, in quanto aveva notato delle perdite di china dalla vagina.
Anche in questo caso tutto bene.
L'ultima il 30 di dicembre 2015.
L'esito della RM non evidenzia più nessun tipo di lipoma o cosa per esso nel colon,
ma in sede annessiale una formazione di verosimile significato cistico di 29 mm x 36 .. e che presenta ispessimento di parete nel settore posteriore declive.
L a mia domanda è: da cosa è dipeso?
e soprattutto , come e' possibile che non sia mai stato riscontrato nulla nelle varie ecografie tutte recenti?
Faccio presente che mia figlia sta assumendo da 2 mesi circa chirofol 500., in quanto ha sempre sofferto di ovaio policistico, cosa che non le ha cmq impedito di diventare madre 2 anni fa. ma che ora riassume per un'altra eventuale gravidanza.
Aspetto un vostro parere e porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Ario Joghtapour
44% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile signora, le cisti possono venire da un ciclo all'altro in età fertile, consiglio un ecografia Transvaginale di controllo nel ciclo successivo. potrebbe essere un corpo luteo che potrebbe riassorbire. cordialmente
p.s. la domanda sarebbe meglio essere posta dalla sua figlia, poichè al medico che risponde potrebbe essere utile i dati della persona che viene riportato ed eventuale la storia clinica.
[#2] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si potrebbe pensare ad una iperstimolazione ovarica, ad un ovaio multifollicolare, a follicoli ovulatori non scoppiati , quindi è un quadro ecografico che va seguito nel tempo , per esempio dopo il flusso mestruale .
Un monitoraggio ecografico della ovulazione potrebbe tornare utile.
La valutazione ecografica è veramente difficile da interpretare senza una visione diretta.
SALUTI
[#3] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore
la ringrazio e ne approfitto per farle una ulteriore domanda...questa cisti quindi potrebbe essere destinata a riassorbirsi senza altri problemi? e quali possono essere le cause? non ha nulla di grave?

grazie e saluti cordiali
[#4] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
grazie a tutti i medici disponibili
la cosa importante però è...per rendere mia figlia tranquilla...ci sono cose gravi alla base???
saluti
[#5] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Gentili Dottori,
la domanda precisa è...come è possibile evidenziare una cisti nel giro di poco tempo, dopo 5 ecografie transvaginali...tutte
andate a buon esito?

vi ringrazio e saluti cordiali
[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Secondo il mio parere , è impossibile poter valutare l'sito ecografico del Collega senza una visione diretta.
[#7] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Senza dubbio, avrei voluto però
un parere vista la cosa strana..dopo 5 ecografie negative esce fuori una ciste proprio 4 giorni prima del ciclo..vorrei capire come leggere questa cosa...ripetendo che mia figlia sta assumendo da 2 mesi chirofol 500..
Ribadisco che l'ultima ecografia è datata 30/12/2015
aspetto una gentile risposta
cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Gentili Dottori,
faccio riferimento al precedente consulto relativo a una cisti ovarica diagnosticata con una RMN e le riporto il referto:
esame eseguito senza e con iniezione endovena di mezzo di contrasto superaramagnetico a completamento di precedente indagine endoscopica del 25 gennaio 2016.
Organi parenchimali dell'addome superiore in sede con volume, morfologia e segnaòe nella norma in rapporto all'età.
Colecisti normo-ampia, alitiasica.
Regolare l'albero bilio-pancreatico.
Non evidenza di linfoadenomegalie lungo le catene lombo-aortcihe ed iliaco-famorali.
In piccolo bacino si rileva vescica normo-ampia con regolari profili; moderata quantità di versamento ascitico al Douglas.
Utero antiverso con aspetto nella norma.
In sede annessiale sinistra è presente ampia formazione rotondeggiante a limiti piuttosto ben definiti. di verosimile significato cistico, con diametri assiali di 29 x 36 mm la quale presenta ispessimento di parete nel settore posteriore declive.
Non apprezzabili lesioni a focolaio a carico delle restanti strutture pelviche.
A questo è conseguita una visita ginecologica il 23 di questo mese che non ha più rilevato la cisti ( il ciclo era arrivato il 13 febbrario ..5 giorni dopo la RMN).Il medico ha parlato di un follicolo...o cisti funzionale sparita col ciclo.
Ora la domanda è:può una RMN evidenziare eventuali polipi , fibromi o iperplasie dell'utero?...Le spiego il motivo di questa domanda:
mia figlia da circa 1 anno, dopo 2/ 3 giorni dal termine di ogni ciclo, o quasi, vede delle piccole perdite sia marroncine che rosate o rosse..che durano poco ma che mette in allarme la ragazza e le fa pensare a tutte quelle patologie elencate sopra.
Faccio presente che dopo il parto, avvenuto 2 anni e mezzo fa, le è stata riscontrata una piaghetta ( ectropion).
L'ultima ecografia datata il 23 febbraio dice: utero regolare, endometrio di aspetto regolare , annessi regolari ( cose riscontrate cmq anche in altre ecografie tutte abbastanza recenti)
Il dubbio è..a cosa sono dovute queste perdite sempre dopo pochi giorni dalla fine del ciclo? E la risonanza avrebbe evidenziato qualche patologia uterina?
Ringrazio sentitamente e in attesa di una risposta porgo cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Un ectropion del collo uterino è da prendere in considerazione, per quanto riguarda le perdite ematiche.
Anche delle minuscole formazioni polipoidi , non visibili alla RMN , ma che si evidenziano ad un esame ISTEROSCOPICO , potrebbero essere responsabile di questa manifestazione.
SALUTI
[#10] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore,
grazie per la risposta , voglio però aggiungere una ulteriore domanda ...iperplasie o patologie gravi si sarebbero viste con RMN?
Perchè è questa la paura di mia figlia, oltretutto ora intenzionata a una nuova gravidanza.
Faccio presente che sia il paptest del gennaio 2015 che quello del gennaio del 2016 sono risultati negativi e senza nessun problema.
Inoltre che interventi si potrebbero attuare per un eventuale polipo così piccolo da non essere visto sia dalla RMN che da ecografie transvaginali?
E per l' ectoprion? Un tempo si interveniva bruciandole ( termine non tecnico ma che mi riporta alla mia esperienza 34 anni fa).
Aspetto un suo parere e la ringrazio moltissimo.
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Gentili Dottori,
riscrivo per fare presente che il problema di cisti ovarica è stato superato brillantemente..ma sono qui per porvi una questione diversa.
Mia figlia ora sarebbe in cerca di una seconda gravidanza e per capire come funziona bene il suo organismo ha usato stick ovulatori che le hanno evidenziato un picco il sabato 9 aprile..picco che poi è andato scemando via via tra ieri e oggi.
Faccio presente la data della sua ultima mestruazione...21 marzo 2016.
Nel frattempo aveva richiesto dei dosaggi ormonali fatti stamane 11 aprile 2016.e ho ora i risultati che vorrei esporre a voi per un parere.
ormone follicolo stimolante (fsh) 7 donne
f.follicolare 3-10
f.luteale 2-6
picco ovulatorio 5-30
ormone luteinizzante (lh) 7 f.follicolare 2-12
picco ovul 20-100
17 beta estradiolo 60 ..progesterone 3.9 f.luteale 1-15
[#12] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
concludo la richiesta in quanto mi stava dando possibilità di scrivere di più e vorrei precisarla...
17 beta estradiolo (e2) 60 f. follicolare 25-130
picco ovulatorio 90-500
f. luteale 50-300
progesterone
(met.clia-dxi bekman) 3.9 f.follicolare 0,2-1.5

f.luteale 4.0- 20.0

Aspetto un vostro prezioso parere e vi ringrazio
cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gli esami non mi sembrano alterati
[#14] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore
mia figlia stamattina ha ripetuto gli esami relativi al livello del progesterone dopo8/9 giorni dalla presunta ovulazione stimata con gli stik.
Il precedente esame fatto dopo 1 solo giorno pm dava 3.9 su valori 4-20.
Quello di stamattina dà come valore 11.7.
Cosa si può determinare da questo valore?
E nel caso di gravidanza, tanto desiderata, come dovrebbe essere in questo periodo.??
La ringrazio e saluto cordialmente



[#15] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo esame ci dice se il CORPO LUTEO produce una adeguata quantità di progesterone utile sia per la regolarità del flusso mestruale , che per una gravidanza.
SALUTI
Nicola Blasi, MD
[#16] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio e mando cordiali saluti