Utente 784XXX
Salve,
scrivo riguardo un disturbo che ho da parecchio tempo ma che ultimamente è peggiorato.
Spesso mi capita che il cuore diciamo "perda battiti",nel senso che è come se smettesse di battere e mi manca il respiro,tutto questo per qualche secondo,poi va tutto normalmente.Avevo sentito parlare di extrasistoli e sapevo che non è nulla di grave e quindi sono rimasta tranquilla e non ho mai effettuato nessuna visita.
Ultimamente però mi capita che questi sintomi si protraggano per giorni interi,cioè sento questa cosa dei mancati battiti ogni 2-3 minuti circa.Il tutto è accompagnato dal fatto che non riesco a respirare e,quando mi capita per ore o per giornate mi viene anche un forte mal di testa e una specie di ronzio all'orecchio destro.
Non so se può essere correlato ma io,diciamo da sempre,ho dei forti tremori alle mani,tanto che spesso non riesco a tenere un bicchiere in mano.Però essi si accentuano soprattutto quando provo emozioni forti,quindi ho sempre pensato che potesse essere qualcosa di tipo psicologico perchè sono una persona abbastanza emotiva,ma ho questi tremori anche quando sono tranquilla,anche se meno forti.Ho anche le mani e le dita perennemente fredde,anche d'estate,non so se può c'entrare qualcosa comunque io glielo scrivo.
Dovrei fare qualche visita?Se si,cosa?
La ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
62314

Cancellato nel 2008
Utie nel suo caso, data la frequenza delle extrasistoli, un Holter ECG 24 ore e successiva valutazione cardiologica.
La comparsa di intorpidimento alle dita, che diventano pallide e successivamente cianotiche, può essere espressione della sindrome di Raynaud, frequente nella donne: nulla di grave ma merita un approfondimento da parte di un reumatologo.

Saluti