Utente 348XXX
Buongiorno a tutti, volevo chiedere un vostro parere riguardo una cosa che mi ha detto stamattina il mio dentista. io ho alcune otturazioni dei molari (superiori e inferiori) in amalgama (quelle di colore nero/grigio, per capirci) e, secondo lui, con questo tipo di otturazioni (fatte anni fa dal mio vecchio dentista) è più facile che si formi del tartaro per via della placca che, con tali otturazioni, si infiltra più facilmente tra i solchi dei denti (o qualcosa del genere). lui si è detto infatti meravigliato con quanta rapidità mi si forma il tartaro, nonostante io faccia la pulizia dei denti (da lui stesso) ogni 4/5 mesi. grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Scaglia
28% attività
4% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Buongiorno, francamente non vedo nesso tra otturazioni in amalgama d'argento e formazione di tartro sui denti, salvo che queste non siano in corrispondenza del colletto dei denti e siano state lucidate sommariamente. La deposizione di tartaro, assodata una corretta igiene orale, dipende dalla quantità di sali minerali che sono sciolti nella saliva. Questi sali minerali cristallizzano sulla placca he si deposita ai colletti dei denti, ma non su argento correttamente lucidato.
Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Ma infatti io credo sia più un problema dovuto alla composizione della mia saliva. oggi, mentre mi faceva la pulizia (scarnificando parecchio le mie gengive con il ferretto apposito, facendomi provare un fastidio del diavolo, con conseguente sanguinamento) mi diceva che le gengive erano infiammate, ma la cosa strana è che non mi hanno mai dato alcun fastidio. anzi, guardandole allo specchio (quando mi lavo i denti a ogni fine pasto) le ho sempre viste di un colore bello roseo. ora invece sono infiammate, dopo che me le ha scarnificate per bene. boh?