Utente 104XXX
Buongiorno, da circa un mese accuso bruciore nell'urinare, il mio medico dopo avermi diagnosticato una cistite, prima di precrivere un antibiotico, mi ha dato da fare le analisi delle urine e un'urinolcoltura, risultati a quanto pare nella norma, il ph è 7, è presente emoglobina, alcune emazie e alcuni leucociti. Assenza di crescita batterica. Il ph 7 indica che c'è un'infezione in atto? O un calcolo?(5 anni fa mi è stata riscontrata una microlitiasi a un rene, che ogni tanto mi dà dei dolori). Io nonostante l'urinocultura sia negativa continuo a provare bruciore, mi chiedo cosa debbo fare, può essere un'infezione a livello genitale non diagnosticabile con urinocoltura?Grazie per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Alcune emazie e leucociti dimostrano una presenza molto lieve di batteri che non si riesce a rilevare con la coltura. Infatti lei continua ad avere il disturbo. Potrebbero essere funghi o germi intracellulari, la medicina quantica ci viene in aiuto potendo rilevare la presenza dell'agente aziologico anche in scarso numero. Inoltre la medicina biologica ha molti farmaci che possono aiutarla, infatti in questi casi gli antibiotici non funzionano; e non può prenderli per periodi troppo lunghi.
SAluti moschinialberto@medicitalia.it