Utente 403XXX
Salve,
mio padre ha appena effettuato RM per dolore alla spalla con limitazione funzionale.

Vi scrivo l'esito:

- Marcata tendinosi della cuffia dei rotatori con lesione interstiziale a carico del tendine del sovraspinato in sede inserzionale anteriore e lesione analoga nel margine superiore del sottoscapolare

- Non si rileva comunque retrazione miotendinea né fenomeni di involuzione fibroadiposa del ventre muscolare delle strutture della cuffia dei rotatori.

- Discreta ipertrofia su base artrosica dell'articolazione acromion-claveare con borsite sottoacromiondeltoidea di discreta entità.

- Marcata sinovite gleno-omerale con prevalente coinvolgimento dell'intervallo dei rotatori e della guaina del tendine CLB ove si rilevano aderenze sinoviali nel solco intertuberositario.

- Normale il cercine glenoideo e le strutture capsulo-legamentose dell'articolazione gleno-omerale.

Ciò detto vorrei chiedervi:
Da quello che ho potuto capire i tendini sono danneggiati, ma non rotti. Quindi a vostro parere si può risolvere con trattamento conservativo o è necessario intervenire chirurgicamente?

Sapete consigliarmi uno specialista per questo tipo di problematica, nella zona "centro italia", meglio se regione lazio?

Grazie

Alex
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia clinica e iconografica che ha riportato orienta per una patologia della spalla che si definisce: Spalla degenerativa-infiammatoria.
In questi casi è molto importante una valutazione clinica per acquisire dati che offrono allo specialista la possibilità di dare un precisa indicazione terapeutica.
Ad una valutazione orientativa sembra che ci possono ancora essere le condizioni per un trattamento conservativo ma, nel caso fosse necessario, consideri che l'intervento verrà effettuato per via artroscopica con una degenza minima e con una ripresa rapida.
Auguri