Utente 360XXX
Egregio Dottore,
sono una donna di 49 anni e mi capita occasionalmente di avere degli episodi che io definisco di "tachicardia" ma non so se correttamente. Iniziano con un sobbalzo del cuore, poi come se sentissi delle bolle d'aria dietro lo sterno,quindi una sensazione di vertigine ed il cuore prende a battere molto più velocemente. Di solito trattengo il respiro per poco tempo per poi regolarizzarlo e mi passa, altre volte non riesco a fermarlo e continua per qualche minuto. L'ultimo episodio ieri, dopo una giornata abbastanza "faticosa", mi ero finalmente seduta ed è iniziato. Quando ho questo tipo di episodi resto sempre un po' intontita per diverse ore ed ho la sensazione che mi manchi il respiro.
Ho fatto l'anno scorso un elettrocardiogramma dove è risultato un semplice soffio al cuore congenito (scoperto in quell'occasione ), soffro di tiroidite di Hashimoto, ma dagli esami di un mese fa risulta un tsh 2.5. Fumo circa 10 sigarette al giorno e peso 83 kg per 1.73 di altezza
L'ambo scorso ho avuto episodi improvvisi di pressione alta (140/110) che riconoscevo grazie a dei brividi di freddo, ma da un diario anche alimentare, tenuto in accordo con il mio medico curante, non è risultata nessuna connessione né emotiva né, appunto, alimentare.Mi venne prescritto il Triatec da usare oche ho usato una sola volta, risultando la pressione ogni volta nei parametri. Dall'ottobre 2015 non ho più avuto sintomi e controllando la pressione risulta mediamente intorno ai 115/85. Anche dopo l'ultimo episodio avuto ieri la pressione era 115/89 con 96 bbm (normalmente li ho intorno ai 75).
Le chiedo se secondo lei, sulla base di quanto descritto ritiene necessarie ulteriori indagini sul sistema cardiocircolatorio per verificare se questi episodi sono collegati ad esso o invece possono dipendere da altri fattori. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
in effetti i sintomi che lei riporta vanno indagati.
inizierei con un Holter delle 24 ore per escljddre episodi di tacnicardia parossistica sopraventricolare.
Gli ormo i tiroidei sono normali? sta assumendo farmaci?
é indispendabile che lei smetta di fumare.

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Sia l'endocrinologo che il medico curante prescrivono le analisi solo per il tsh che se normale, ritengono necessario non analizzare l'Ft3 e L'FT4.Il tsh è basso ma nei parametri, quindi deduco che siano normali.
Al momento non sto prendendo nessun farmaco e sul fumo sono ben consapevole. Ho già ridotto notevolmente, ma immagino non basti.
La ringrazio per la sua rapida risposta. Vedrò di andare a fondo come mi ha consigliato.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Veramente se il TSH e' basso e' possibile che lei abbia fT3 e fT4 elevati....il che potrebbe spiegare la sua tachicardia.....
Esegua anche quelli

Arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Le diró, avendo a che fare con questa patologia da 30 anni, oltre ad esistere una certa familiarità con consanguinei, il dubbio mi era venuto. Ma non essendo un medico più di tanto non ritengo di dover insistere quando mi si dice una cosa.
Il prossimo 5 maggio ho un controllo con un nuovo endocrinologo, a questo punto proverò a valutare con lui un'ulteriore indagine.
Grazie ancora. Le auguro una buona giornata.