Utente 387XXX
Sono un ragazzo di 25 anni, soffro ormai da più di sei mesi di attacchi di panico. Fortunatamente grazie all'aiuto di un omeopata sono riuscito a migliorare di molto la situazione, anche se a volte l'ansia permane e mi crea parecchi problemi.
Ho fatto molti controlli da quel giorno. Partendo da ECG vari, ecodopler, raggi x al torace, tiroide fino ad arrivare ai raggi X all'apparato digerente. Tutti gli esami sono stati negativi. Sono sano come un pesce.
Detto questo il mio omeopata tramite una strana manovra mi ha indotto un extrasistole per ascoltare la tipologia e mi ha rassicurato dicendomi che non devo assolutamente preoccuparmi per le mie extrasistoli.
Adesso vi espongo il mio problema. Ultimamente quando mangio troppo ho delle strane extrasistoli, come se fosse una crisi vagale per quanto sono forti. Per cui ultimamente cerco di mangiare di meno.
Questa mattina mi sentivo un pochino meglio degli altri giorni e un palestra ho deciso di allenarmi con un po' più di peso (faccio body building da ormai 9 anni) e proprio sull'ultima serie ho sentito una o due extrasistoli. Sono state molto forti. Ora quello che vorrei sapere e questo. È possibile che l'ansia possa aumentare la frequenza delle extrasistoli durante l'allenamento (prima mentre mi allenavo le sentivo raramente) e che tutto questo sia legato ai miei stati di ansia cobtinui? Devo tranquillizzare definitivamente o devo eseguire altri esami quali hotel e ECG sotto sforzo? Vi ringrazio abticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
programmerei un Ecg sotto sforzo ed un holter.
Non si facciamprendere in giro dal quel dottore omeopata....non si caposce certo che tipo di extrasistoli siano dall ascoltazione....

arrivederci

cecchini