Utente 399XXX
Sono un ragazzo di 26 anni ed è da qualche mese che sono preso dall'ansia.. Tutto è iniziato una sera dopo la palestra dove mi sono sentito svenire e subito dopo sono giunti i tremori tachicardia e confusione con intorpidimento alle mani e senso di svenimento senza però perdita di coscienza, sono andato al pronto soccorso che ormai la crisi era passata ECG nella norma esami del sangue pure e anche la pressione risultava nella norma. I casi si sono ripetuti più volte quindi ho svolto Ulteriori esami:
ecografia addominale nella norma gastroscopia nella norma tiroide nella norma..la pressione durante il giorno è di 135massima 85minima 70/80 battiti, alla sera scende a 120mqssima 65minima 50/60battiti.. Ultimamente però continuo a percepire dei tuffi al cuore come se mancassero dei battiti o comunque più leggeri e subito dopo uno normale e i battiti non sono regolari sono aritmici, nessun dolore..eseguito un holter 24 ore:

Ritmo sinusale per tutta la durata con conservata escursione circadiana.
Alcune fasi di tachicardia sinusale e altri di aritmia sinusale.
Conduzione atrio ventricolare nella norma.
Non pause significative.
Rara ectopia sopra ventricolare.
Rara ectopia ventricolare non precoce.
Non significative alterazioni della ripolarizzazione ventricolare.

Peccato che la sera stessa dopo aver tolto l'holter ho avuto tutta sera la sensazione di battiti mancanti con mal di stomaco e scariche.
Poi ho eseguito un ecocardio colordoppler che non ha evidenziato alcun problema!
Al momento che finalmente credevo di essermi messo l'anima in pace (quindi non ero in un particolare stato di agitazione) sento il cuore che mi batte in maniera strana poi tachicardia con qualche dolore al petto, vertigini, vista offuscata, poi una sensazione di morte imminente che ho cercato di gestire.. Tempo 5/10 min è passato tutto..
Quello che volevo chiederle è: possibile che sia così sfortunato da avere una qualche malattia così difficile da individuare?
Oppure è tutta una questione psicologica alla quale non riesco a sfuggire?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se vuole la mia personale opinione, anche per presa visione della sua precedente richiesta di consulto, è che lei non ha nessuna malattia rara...soffre di banali extrasistoli benigne, che sono presenti in una percentuale altissima della popolazione sana....solo che lei è anche molto ansioso e questo le rende poco tollerate...Sicuramente si può giovare dell'intervento di uno psicoterapeuta.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Grazie, è che sono arrivate all'improvviso. Oppure all'improvviso me ne sono reso conto quindi è difficile farci l'abitudine e pensare che sia tutto normale..
Comunque Grazie!
[#3] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
gentile dottore,
Le scrivo ancora per un'ulteriore ed ultimo chiarimento.. Ho eseguito anche un test da sforzo Ed anch'esso è risultato negativo..
La mia domanda è: pur avendo continuamente le extrasistoli posso tornare a fare palestra ad alto livello senza problemi di alcun tipo?
Grazie..