Utente 404XXX
Salve,
Scrivo perchè il 17 di Febbraio mi sarebbe dovuto arrivare il ciclo, che non si è presentato. Ho avuto un rapporto il 20, utilizzando ben 6 preservativi ( e io ho paura che tutto questo mettere e togliere abbia peggiorato la situazione) ciò nonostante per essere sicuri lui ha eiaculato fuori.
Durante il rapporto e dopo ho avuto delle perdite di sangue, e ora non ho nessun tipo di ovulazione, ma comunque la vagina è sempre lubrificata come da una leggera patina che non è appiccicosa, inoltre non ho avuto nessuna tensione al seno come quelle che di solito si presentano prima del ciclo.
I preservativi contenevano spermicida, ma dato il ritardo di 11 giorni ad oggi, e 8 a partire dal rapporto iniziamo a preoccuparci. Oltretutto sto passando un periodo molto stressante e non sto mangiando come si deve, ho capogiri ( ma li avevo già avuti per carenza di ferro) insistenti, e sensazione di mancamento credo per la pressione.
Il mio ciclo è capitato che saltasse anche di un mese, ma solitamente succede ad Agosto.
Dato il momento che sto passando e dato che non ho nessuno che potrebbe supportarmi perchè sono all' estero ho deciso di chiedere un consulto qui, è preferibile fare un test di gravidanza subito o aspettare qualche giorno? Vi sembra possibile ci possa essere un rischio di gravidanza? Mi scuso per l'ignoranza in materia e ringrazio infinitamente per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ritardo mestruale o assenza di flusso mestruale , non significa sicuramente gravidanza .
L'aumento della prolattinemia da stress psico-fisico può portare a blocco dell'ovulazione e ritardo del flusso mestruale .
E' importante sottolineare che tutto ciò è valido se l'uso dei preservativi è stato corretto :
1. indossato dal partner prima della penetrazione vaginale e non a rapporto inoltrato
2. Controllo dell'integrità del preservativo dopo il rapporto.
SALUTI