Utente 400XXX
buona sera sono una ragazza DI 26 ANNI
vorrei avere dei chiarimenti su questo argomento...
premetto ke 3 anni fa ho avuto un flutter atriale 1:1 fc 260 e sincope risolta con cardioversione e subito ablazione...dagli accertamenti fatti non problemi strutturali...
A distanza di 3 anni nuovi sintomi da qualche mese (NON SONO ANDATA SUBITO DAL CARDIOLOGO) TRA impegni vari e poi volevo vedere come si EVOLVEVA LA SITUAZIONE

sfarfallii..tonfi fiato corto e tachicardia... molti episodi che si facevano sempre più vicini (il piu intenso e durato 3 ore)
decido di andare a fare accertamenti da cardiologo e ecodopler(normale per fortuna)

visita cardiologo :
sono andata fare la visita spiegando il motivo di questo controllo
e dei vari sintomi.. il cardiologo mi a (sgridata) del perche non mi sono recata al pronto soccorso quando mi succedeva...

alla fine della visita a concluso con cariopalmo aritmico e exstrasistole
farmaco cardicor 1.25.. x 3 settimane e nel caso di tornare da lui...

in queste settimane di terapia sta andando meglio sono diminuiti e sintomi

tranne l'altra sera che ho avuto due episodi di lunga durata di forti palpitazioni fiato corto e sfarfallii al petto della durato di 30 minuti il primo e dopo una pausa di 40 minuto un altro di una durata di un 15 minuti E alla fine di queste crisi un FORTE STIMOLO DI URINARE E SPOSSATEZZA...


La mia domanda e ma quando e il caso di recarsi al pronto soccorso?perche io cm metodo di paragone ho il primo episodio di flutter atriale( sintomi molto chiari e difficili da dimenticare e dspea molto accentuata)


grazie cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buonasera,
visti i sintomi che riferisce e la sua storia le consiglierei una nuova valutazione cardiologica per valutare la necessità di ulteriori accertamenti. Sarebbe necessario escludere che i sintomi che percepisce siano correlabili ad una tachiaritmia, per questo in caso di nuovi episodi le consiglierei una valutazione in pronto soccorso per determinare quale sia il ritmo cardiaco.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
buona sera
la ringrazio del chiarimento,non vorrei recarmi al PS per qualsiasi sintomo SOSPETTO e farmi credere "MATTA"
Ma da come mi dice lei meglio una corsa in più che una in meno vista la mia storia clinica...
nel frattempo provvederò ad una nuova valutazione cardiologica per capire la natura di questi nuovi sintomi..

La ringrazio
coordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Buona sera
mi scuso se la disturbo ancora ma vorrei togliermi una curiosità
ma perché il flutter atriale a conduzione atriale 1:1(con una frequenza 260 battiti) tanto rischioso?
Fatto varie ricerche ma non ho trovato mai informazioni più che altro su quello a conduzione 1:2...
Grazie giusto una curiosità

in merito ai consulti precedenti attendo nuova visita cardiologo tra 2 settimane
le faro sapere

coordiali saluti