Utente 139XXX
Buongiorno a tutti.
Sono un ragazzo di 30 anni.
Ho sempre fatto sport ma ultimamente mi limito a svolgere le seguenti attività:
1h/1h30min calcetto martedì
1h allenamento calcio mercoledì
1h 30min partita calcio sabato
30min passeggiata con cane quasi tutti i giorni
Sono in salute, donatore Avis, non fumo, non bevo ne alcolici ne caffè.

Fatta questa premessa mi è stata segnalata in fase di visita medico sportiva una lieve aritmia da recupero.

Ho quindi, di comune decisione con il medico di famiglia, fatto analisi holter cardiaco che ho ritirato oggi e dice che non vi sono rilevanti aritmie, etc... e poi dice che vi sono punte bradicardiche di 26bpm soprattutto la notte.

Mi sembra un valore davvero estremo.

recentemente sento solo un fastidio in fase di sport: finito uno sforzo sento dei colpi d'ariete alle giugolari...e mi capita anche al di fuori dello sport, ma raramente, sensazione di capogiro e scalmane.

Inoltre, sempre recentemente, sono stato chiamato a fare approfondimenti Avis per un calo abbastanza consistente dei valori di emoglobina nell'ultimo anno.

Io sono relativamente tranquillo perché mi sento bene fisicamente però da una parte questi dati così strani mi lasciano pensare.

Vorrei un vostro cortese parere da esperti.

Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le rispondo esclusivamente per quanto di competenza della nostra area....la bradicardia rilevata e che lei riporta è normale di notte, anche a quei valori, soprattutto in chi fa attività fisica come lei...l'assenza di aritmie all'Holter non significa che lei non le abbia (l'Holter registra quel che accade in sole 24 h). Da questo punto di vista sarebbe utile sapere di che aritmie si stà parlando per poterne valutare l'importanza.
Cordialmente