Utente 404XXX

Buonasera e salve a tutti.
Mi sono appena iscritto a questo forum.
Avrei bisogno di una delucidazione sul risultato degli esami delle urine di mia madre, 68 anni,

Il risultato si legge quanto segue:

Proteina Bence-Jones
Catene leggere Kappa 2,77 (Valore di riferimento 1,85)
Catene leggere Lambda inf. a 5.0 (Valore di riferimnto inf. a 5.0)

Ora mi chiedo:

1) Non so se sbaglio ma è vero che già il fatto che la presenza di questa proteina sia stata riscontrata nelle urine non rientra nella romalita? È così?

2) Noto che il valore è abbastanza più alto del valore di riferimento. Che significa?

Devo ammettere che sono preoccupato. Non vorrei che si trattasse di un campanello di allarme di una patologia, tipo il mieloma ?

Ho chiesto alla dottoressa del laboratorio biologico dove sono stati fatti gli esami e mi disse che non c'è nulla di preoccupante e che questi valori salgono e scendono.
Ora non so se sono io ad essere paranoico, ma mi sembra strano quello che dice la dottoressa.

Grazie in anticipo per il vostro aiuto!
Cari saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregio Utente,
la presenza di catene leggere nelle urine può essere la spia di una patologia di natura plasmocellulare o mielomatosa come da Voi correttamente indicato. Nello specifico però,va considerato il rapporto tra le catene leggere kappa e le catene lambda che nel caso della paziente sembra essere mantenuto. Le consiglierei pertanto,al fine di un approfondimento diagnostico, di eseguire un protidogramma ed un'immunofissazione sierica.A questo aggiungerei un esame urine con una proteinuria delle 24 ore per escludere un'interessamento renale (spesso primo elemento che risulta essere colpito in queste patologie).Non esiti a contattarmi per le risultanze.
Cordiali saluti
RL
[#2] dopo  
404672

dal 2016
Salve dottor Luciani e grazie per la Sua gentile risposta.
Devo ammettere di essere rimasto perplesso dal parere della dottoressa del laboratorio biologico che ha effettuato gli esami, la quale mi disse che questi sono valori che possono salire e scendere.
Sono un po confuso. Poichè da un canto si legge su rete che a quanto pare la sola presenza di catene leggere nelle urine possa essere una spia di una patologia, ma allo stesso tempo esistono i valori di riferimento, cosa che fa dedurre che anche in casi non patologici si possono riscontrare presenza di catene libere nelle urine, altrimenti i valori di riferimento dovrebbero essere "assente".
Inoltre è sorprendente che non vi sono valori standard di riferimento a tal proposito,poiché facendo una ricerca su rete si trovano diversi valori considerati come valori di riferimento.
Desidererei ci fosse più trasparenza in questi dati. Per esempio a partire da "quanto" si considera un valore "alto" in rapporto a quello di riferimento?

Dottore, io la ringrazio per le informazioni e i consigli che Lei gentilmente mi ha fornito.
Mi dica come si misura il rapporto tra le catene leggere kappa e lambda?
Avevo inoltre letto che si può rapportare il valore delle catene libere kappa con quello della creatinina per avere un risultato più dettagliato.
Il valore di creatinina riscontrato è di 0,60 (Valore di riferimento 0,50 - 1,5). Solo che ora non so se il valore della creatinina si riferisce ad un risultato degli esami del sangue o delle urinie. Purtroppo qui sul foglio dei risultati non capisco a quale esami si riferiscono i valori riscontrati di Glicemia, Azotemia, Creatinina, GPT, GOT. Dio mio che confusione!

Immagino che un esame delle urine con raccolta delle 24 possa essere laborioso. Avevo letto che in alternativa si potrebbe fare una ricerca dell catene Kappa e Lambda su siero. Che sosa si intende con ciò? Forse l'elettroforesi del siero? In realtà vedo che è proprio quello che Lei sta consigliando di fare, ma

"L'elettroforesi del siero, o protidogramma, è una analisi utile per valutare la corretta funzionalità del fegato...[.]"

http://www.lammlab.it/index.php?id=12

Io pensavo che si trattasse più di una questione di reni, visto che dopo tutto sono i reni a filtrare i prodotti di scarto e a espellerli tramite e urine, o sbaglio?

Tanti cari saluti e di nuovo mille grazie per la Sua gentile disponibilità.



[#3] dopo  
404672

dal 2016
Il fatto di calcolare il rapporto fra il valore kappa e lamba non mi torna bene. Il problema è che il risultato del valore lambda è inf. a 5 con valore di riferimento inf. a 5

Il problema è che non sapendo che cosa si intendo con inf a 5 , poiché potrebbe essere 0-1-2-3 o 4 quindi come si fa a calcolare il rapporto?

2,77/5= 0,554
2,,77/1 = 2,77

Una differenza madornale! Devo dedurre che il laboratorio biologico al quale ci siamo affidati ha fatto cilecca fornendoci dati con i quali non si può risalire a nulla o sono io a non averci capito niente!?

[#4] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
egregio utentte,
la valutazione degli esami a distanza non è così facile come potrà ben capire...prima di tutto,prima di arrivare a conclusioni affrettate va visa l'unità di misura del dosaggio delle catene,va visto se sono catene spot o delle 24 ore,dovreste vedere se la proteina di Bence Jones è positiva o negativa.Comunque a scanso di equivoci e di inutili preocupazioni vi consiglio di eseguire i seguenti esami:catene kappa sieriche catene lambda sieriche catene kappa e lambda urinarie 24 ore immunofissazione sierica protidogramma.Se alcuni esami non sono stati fatti potete non ripeterli. Rimarrei comunque tranquillo perché le quantità di catene da Voi riferite sono comunque molto basse.
Un caro saluto
RL
[#5] dopo  
404672

dal 2016
Grazie dott. Luciani per la Sua risposta.
Vedremo di fare i dovuti controlli da Lei gentilmente consigliati.
[#6] dopo  
404672

dal 2016
Un piccolo chiarimento: Lei disse:

"Se alcuni esami non sono stati fatti potete non ripeterli. "

Cosa intende con ciò?
Grazie ancora per la sua gentile disponibilità