Utente 355XXX
Buongiorno.
Un anno e mezzo fa ho eseguito il mio primo pap test il cui risultato è stato ascus, sono stata quindi indirizzata alla colposcopia durante la quale mi è stata fatta una biopsia con esito con 2,sono stata allo sottoposta alla Leep. Dopo sei mesi dall'intervento ho fatto il primo controllo di pap test e colposcopia, risultato tutto negativo, ad oggi, dopo ulteriori 6 mesi il pap test è risultato alterato con esito Lsil. Ho fatto quindi la colpo che non ha evidenziato lesioni al collo dell'utero ma diffusi condilomi ai forniti destro e sinistro risultati dalla biopsia condilomi piani. La dottoressa mi ha prescritto colpoFix gel e fattore m. Potrebbero aiutare a risolvere il quadro? La dottoressa non mi ha dato indicazioni sui controlli da fare, accennando al laser. Mediamente è fatto in anestesia locale?
Secondo voi si tratta di una recidiva? Ho lo stesso compagno da anni.

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E molto importante distinguere la infezione da HPV sul collo uterino ,importante per la prevenzione del carcinoma del collo uterino dalla infezione sui genitali esterni sempre da HPV che genera i CONDILOMI (generati dall' HPV 6 e 11) ,
Bisogna aiutare le nostre difese immunitarie a eliminare il virus HPV.
Ribadisco un concetto fondamentale , con i vari trattamenti : laser, ansa a RF, sostanze chimiche , noi eliminiamo le lesioni cliniche , ma non necessariamente otteniamo l'eradicazione di HPV.
In una infezione da HPV si può avere una risoluzione spontanea, una stabilità clinica o una progressione clinica della malattia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Inanzitutto la ringrazio per la cordiale risposta.

Quindi i condilomi piani che mi si sono formati a livello dei fornici vaginali potrebbero anche svilupparsi e diventare una lesione preneoplastica?

la terapia di supporto al sistema immunitario che mi è stata prescritta ( fattore m e colpofix ) potrebbe aiutare i condilomi a "sparire" spontaneamente o secondo lei potrebbe essere necessario un intervento di laser per eliminarli?

per ultimo, è possibile che questi condilomi piani siano comparsi in soli sei mesi?

grazie.
cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La terapia di supporto può andar bene.
L'infezione da HPV potrebbe regredire spontaneamente,
[#4] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
buongiorno dottore.

Intanto la ringrazio per la risposta.

Ho rifatto la colposcopia, programmata dall'asl, la ginecologa era la stessa che mi ha seguito privatamente e durante il controllo ha rilevato che la situazione era peggiorata, perché a suo dire i condilomi si sono estesi ( nonostante nel controllo di tre mesi già li riteneva diffusi ).

non è stata molto disponibile e mi ha addirittura detto che la terapia che mi aveva prescritto ( colpofix e fattore m ) era inutile, me l'aveva prescritta solo per farmi un favore, quindi attualmente non sto più prendendo niente.

Secondo lei è utile comunque aiutare il sistema immunitario?

durante l'esame la ginecologa mi ha effettuato nuovamente una biopsia ma mi ha già detto che sarà necessario un intervento di laservaporizzazione diffuso ( pareti vaginali e fornici) in anestesia generale.
Io sono un po' spaventata dall'anestesia più che dal trattamento, conosco persone che hanno fatto questo intervento ( non so quanto esteso ) addirittura senza anestesia.

lei che è esperto in questo ambito, ritiene che sia davvero necessaria l'anestesia generale? o posso sperare di trovare un medico che intervenga in locale?

Questo maledetto virus mi sta rovinando la vita, non riesco più nemmeno a dormire dalla paura che ho che non passi più :(

grazie