Utente 396XXX
Buongiorno Dottori,
Vi scrivo per un paio di domande.

Premetti che sono un paziente molto ansioso con, talvolta, casi di attacchi di panico. Assumo giornalmente bisoprololo (una la mattina) per un ritmo cardiaco alto, sono purtroppo fumatore (20 sigarette al giorno circa). Nel luglio 2015 ho fatto una visita specialistica da un cardiologo che non ha dato esiti negativi, in dicembre un ecg e radiografia non hanno evidenziato nulla a livello del cuore.

Oggi, per fare un esempio, al lavoro abbiamo dovuto fare un po di sforzi per spostare scatole e altro in archivio (di solito lavoro davanti a un pc in ufficio). Lo sforzo mi ha comunque aumentato il ritmo cardiaco, ho avuto vampate di calore, dolore al petto e al braccio e giramente di testa..conseguenza: mancanza d'aria e un pomeriggio di ansia, oltre al panico del primo momento. Questo può essere solo ansia o si potrebbe riferire comunque a problemi cardiaci?

Inoltre ultimamente (ultime settimane) facilmente avverto leggerissimi dolori al petto, soprattutto a dipendenza della posizione. Avverto anche leggere sensazioni di pressione, anch'esse a dipendenza della posizione ma soprattutto a riposo (seduto o sdraiato). Associati ai dolori al petto, anche un dolore e una sensazione di pesantezza (talvolta scosse di formicolio, ovvero formicolii di pochissimi secondi) al bravcio sinistro (prevalentemente sopra il gomito). Di cosa potrebbe trattarsi?
Soffro di una leggera scoliosi, venuta alla luce qualche mese fa dopo una radiografia toracica. C'è un lieve stortamento (scusate la parola) a livello delle vertebre dorsali 3-4-5. Questa scoliosi potrebbe essere la causa dei vari dolori e sensazioni al petto e al braccio sinistro?

Ringraziandovi anticipatamente porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
mah vede se fuma 20 sigarette a 23 anni cosa pensa che potrebbe accaderle, scusi?
e lei si preoccupa di dolorini alpettoe formicolii alle, braccia?
Mica occorre a essere medici per saperlo.
arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Egregio dr Cecchini,
So benissimo che fumare fa male, sia per i vari organi (cuore, polmoni, ecc), che anche per l'ansia.
Ormai la mia storia personale (di ansia e panico) è iniziata 3 anni fa causata da mobbing sul lavoro: le sigarette sono una scusa per staccare un attimo dal lavoro ed evitare situazioni di stress psicologico...diciano che era meglio non assumere nessuna sostanza, ma per fortuna ho trovato nelle sigarette questa scusante e non in altre sostanze peggiori.
Sinceramente, forse offuscato dalle mie paure, non ho ben compreso la sua risposta. Scrivo qui ogni tanto per avere qualche comprensione e risposte che mi tranquillizzino, l'opzione sarebbe andare ogni settimana da un medico, ma non è nemmeno giusto.
Volevo solo capire se alla mia età, dopo mille esami che non hanno evidenziato alcun problema al cuore o ai polmoni (o in generali problemi fisiologici-ultimi in dicembre 2015), possa esserci un alto rischio di infarti, ictus o morte improvvisa.
Una risposta per me può essere davvero tranquillizzante.
Grazie per la comprensione.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
"Scrivo qui ogni tanto per avere qualche comprensione e risposte che mi tranquillizzino, l'opzione sarebbe andare ogni settimana da un medico, ma non è nemmeno giusto.
Volevo solo capire se alla mia età, dopo mille esami che non hanno evidenziato alcun problema al cuore o ai polmoni (o in generali problemi fisiologici-ultimi in dicembre 2015), possa esserci un alto rischio di infarti, ictus o morte improvvisa."

No lei fa finta di essere preoccupato di avere problemi di cuore.
Fa finta perche' sa benissimo che fumare aumenta il rischio di morte improvvisa, ictus infarto e cancro.
Vuole solo sentirsi dire che va bene cosi.

Se lei avesse paura di affogare, non sapendo nuotare, si butterebbe da una barca nel mare, al largo?

Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Egregio Dottore,
ha ragione su quanto dice...e può anche essere vero che io voglia sentirmi dire qualcosa.
So benissimo che il fumo aumenta molti rischi...ma credo che a 23 anni o a 50/60 anni i rischi siano diversi. Inoltre era da capire quali se i sintomi vari che avverto possa riferirsi a problemi gravi.
Come ho detto sto cercando di smettere di fumare ma non è evidente...proprio perché le sigarette per me non sono un semplice "svago", bensì una scusante per "scappare" ogni tanto da pressioni psicologiche sul posto di lavoro. La soluzione sarebbe semplice: cambiare lavoro, ma con i tempi che corrono non è evidente.

Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No la soluzione e' smettere di fumare.
Le sigarette non fanno "scappare" da situazioni psicologiche.
Creano solo problemi e spesso serissimi anche in giovane eta'
Se lei avesse davvero paura per la sua salute...
Ovviamente dato che e' maggiorenne e' lei che decide sulla sua salute e quindi puo' fare cio' che crede.

con questo la saluto
cecchini