Utente 858XXX
Salve,
volevo chiedere un consiglio.
Sono una donna di 31anni da circa 1 mese acvverto dei cambi di battito cardiaco, non so se siano extrasistole o aritmie....in pratica il mio cuore "trema" per qualche secondo e poi torna nella norma. ho da qualche mese sempre un senso di sonnolenza e difficoltà a digerire. Il mio medico mi ha prescritto un ECG(risultato nella norma) una ecografia addominale(risultata nella norma) e analisi di routine sempre nella norma.
Ho da senpre la pressione bassa ed ultimamente non è mai al di sopra di 100 di massima e 60 di minima.
Non ho mai avuto preoblemi di ansia o attacchi di panico e neanche ora ne ho, il mio dottore dice che è solo stress ma mi sto preoccupando anche perchè sono alquanto fastidiose queste artmie e non mi permettono di vivere come prima.
Inoltre mio padre 8 anni fa è stao sottoposto ad intervento cardiaco per installazioone di 4 by-pass e di valvola aortica.
Vorrei solo sapere se posso fare altri esami, anche privati visto che il mio medico non vuole prescriverme altri, per togliermi ogni dubbio.

Vi ringrazio per l'attenzione

Roberta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, a parte la familiarità per cardiopatia ischemica, la sua situazione non suscita particolari allarmi.
Gli esami praticati le danno comunque una certa tranquillità sul suo stato di salute. Le extrasistoli sono spesso solo delle alterazioni del normale battito cardiaco che quando avvertiti danno spesso spiacevoli sensazioni e comuque anche se Lei riferisce di non essere ansiosa, incutono spesso timore e/o panico.
Allo stato Le consiglio prima di procedere ad ulteriori indagini, di eliminare le cause favorenti la extrasistolia: abolizione/riduzione del fumo, non bere sostanze a base di caffeina (caffè-coca-cola), evitare lauti pasti e il riposo post-prandiale (possibilmente dopo 1 ora dal pasto). Cerchi se possibile fonti di distrazione ludica. Talora queste semplici accortenze possono essere utili.
Nel caso gli episodi dovessero durare più a lungo e/o ripresentarsi con maggiore frequenza, ne parli al suo medico di base per una eventuale valutazione ormonale e/o prescrizione di Holter ECG.
Cordialmente