cuore  
 
Utente 271XXX
Buongiorno dottori.
Sono un ragazzo di 33 anni, in buona salute e donatore di sangue.
Ieri mattina mi sono recato in ospedale per fare una donazione di sangue e il dottore, essendo io nuovo in quell'ospedale mi ha fatto fare un EGC (lo fanno fare a tutti i donatori ogni 2 anni).
Il referto è questo:
FC 64 RITMO SINUSALE REGOLARE, FREQUENZA 64
P-R 166: CONSIDERARE INGRANDIMENTO ATRIALE DX
QRSD 99: RITARDO DELLA ATTIVAZIONE VENTRICOLARE DESTRA
QT 412: INGRANDIMENTO ATRIALE SINISTRO
QTc 425: PROBABILE IPERTROFISIA VENTRICOLARE SINISTRA
Q IN V4-V6, POSSIBILMENTE DOVUTE A IVS
ASSI:
P 76
QRS 62
T 37.
Il cardiologo dell'ospedale ha scritto inoltre di confrontarlo con un precedente e di portarlo alla prossima donazione; inoltre mi ha detto di non fare alcuna visita cardiologica e di stare tranquillo.

Nell'ottobre del 2015 ho effettuato visita sportiva (pratico un po di nuoto libero e corsa)e in quell'occasione ho fatto EGC con esito negativo. Non ho il tracciato ma solo l'esito. Specifico che sono abile all'attività sportiva.
L' ultimo tracciato in mio possesso risale al 12/12/2014 sempre richiesto per donazione sangue e questo tracciato con esito negativo riporta i seguenti parametri:

FREQUENZA VENTRICOLARE 56 BPM
INTERVALLO 142 ms
DURATA QRS 96 ms
QT/QTc 418/408 ms
Assi P-R-T 75 70 40

Esito: Ritmo sinusale-Morfologia nei limiti.

Chiedo a voi un consulto.
Specifico che ogni tanto soffro un po di fiato corto, me lo hanno sempre imputato a un problema ansiogeno, avevo fatto un paio di anni fa una visita cardiologica e ogni volta mi hanno sempre detto che non è patologia.
E' da qualche giorno che ho di nuovo fiato corto e ieri è uscita questa cosa qui.
Vi chiedo un parere di come devo fare, se fare ulteriori accertamenti o fidarmi di ciò che mi è stato detto.
Inoltre facendo piscina e corsa, come mi devo comportare con lo sport?

In attesa di un vostro riscontro porgo cordiali saluti e vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei dovrebbe eseguire un ecocolordoppler cardiaco data anche l'intensa attivita' sportiva, al fine di valutare le reali dimensioni delle cavita' e lo spessore delle pareti del ventricolo sinistro.
Mi pare strano che nessuno le abbia consigliato di eseguire tale esame, proprio data la sua attivita' sportiva

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dott. Cecchini per la sua imminente risposta.
Forse non ho specificato che la mia attività sportiva non è molto intensa, anzi ultimamente per vari motivi e' piuttostosaltuaria.
Inoltre nell'ultimo anno ho preso circa 7kg dal mio peso, specifico e sono alto 1,80 mt ed ero 78kg, ora sono 85kg.
Inoltre volevo aggiungere che la sera prima dell'Egc ho fatto un oretta di nuoto dopo alcune settimane di fermo.
Chiedo se c'è differenza tra i due Egc.

Saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei mi chiede di esprimere una opinione su ECG che non vedo e refertati da altri.
Se vuole puo' madarmeli scannerizzati via mail:
cecchinicuore@me.com

arrivederci