Utente 157XXX
Da parecchi anni soffro di reflusso gastroesogageo con tosse molto forte la mattina al risveglio. Ho pure la colecisti piena di calcoli e, pare, non funzionante. Prendo esopral 20 al mattino e deursil 450 la sera e qualche volta aggiungo esoxxone. Ho effettuato gastroscopia dalla quale si evince discreta presenza di bile nello stomaco e nel lume duodonale.
Il gastroenterologo che l'ha effettuata dice che bisogna togliere la colecisti.
la mia domanda è la seguente: se togliessi la colecisti migliorerei la mia vita, andrebbe via il reflusso o la bile continerebbe a riversarsi nello sotmaco e nel duodeno senza alcun risultato ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La rimozione della colecisti ( ha avuto delle coliche biliari ?) potrebbe aumentare il reflusso biliare.


Cordialmente

Felice Cosentino - Milano

[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
No, no ho avuto coliche ma la colecisti è piena di piccoli calcoli e mi si dice che rischio una pancreatite.
Se non la togliessi come potrei migliorare la mia vita, migliorare la digestione e combattere il reflusso.
Non è che sia più utile intervenire sul cardias e sul piloro.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessun intervento sul cardia e piloro, ma da valutare la colecistectomia......