Utente 405XXX
Salve da mercoledì mi faceva male un dente il secondo dopo il dente del giudizio nella parte destra..sono andata dal dntista e mi ha detto che avevo in quel dente una carie e una grande ricostruzione,senza farmi lastra mi ha aperto il dente e frugaTo, mi ha fatto due anestesie e una nel dente sotto perché era molto sensibile al freddo. .dopo mi ha detto avevo la polpa molto infiammata e nn poteva curarlo..sto prendendo antibiotico e paracetamolo xke sono allergica agli antinfiammatori e soffro di asma😥 e anche oggi sento dolori..in più alla tempia, al collo e alla mandibola in basso..ieri avevo anche la lingua addormentata e anche oggi ho il dente di giù che mi aveva anestetizzato come sensibile e addormentato e mi fa mda fastidio quando mastico. .che posso fare?l antibiotico nn mi sta facendo più di tanto...in più devi andare dal dentista giovedì e oggi siamo a domenica 😢nn ce la faccio poi a soffrire così. ..che mi succede al dente di giù addormentato e xke ? Ed è normale il dolore alla tempia e anche al petto e a volte tachicardia?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mirco Di Biase
36% attività
8% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
non ho compreso se il dente oggetto di pulpite sia stato trattato endodonticamente ( devitalizzato) o no.
Se fosse stato devitalizzato, nei giorni successivi spesso si riscontra una dolenzia che persiste per poi scomparire completamente nell'arco di 5-6 giorni dall intervento. Se non fosse stato devitalizzato le consiglio di recarsi dal suo dentista di fiducia prima possibile per sottoporsi al trattamento endodontico.
Di norma la terapia antibiotica si esegue in caso di ascesso dentale spesso evidente con tumefazione della zona del viso ove origina tale infiammazione ma in caso di trattamento endodontico avvenuto è sufficente un analgesico come quello che l' è stato prescritto.
Il resto dei sintomi che descrive possono essere determinati da diverse variabili che tuttavia non trovano indicazione comune o sovrapponibile ad un infiammazione odontogena.
Qualora sentisse il bisogno di ulteriori chiarimenti le consiglio di contattare il suo dentista di fiducia per poter acquisire maggiore tranquillità. Cordiali saluti.