Utente 405XXX
Buonasera Dottore, vorrei gentilmente sapere; (non sono stato informato prima ma, dopo intervento!) a giugno del 2015 sono stato sottoposto a intervento di TURP, intervento riuscito anche se dopo ho avuto alcuni problemi di tipo infezione urinario, blocco urinario e vari lavaggi a distanza di una settimana dalle dimissioni, a oggi (nove mesi) ho ancora disturbi di tipo sensazione di urinare spesso, non reggere molto tempo l'ultima è bruciore (lieve) nella minzione. Premetto che faccio sistematicamente analisi sangue e urine ogni tre mesi a causa di Artirite Reumatoide, (in terapia con Reimafkex, da ultime venti gg. fa risultava infezione urinaria e curata con antibiotici, ma, la domanda nello specifico è la -Eiaculazione Retrograda dovuta a intervento è ripristinabile tramite cura farmacologica oppure è irreversibile? Chiaramente è un fattore psicologico che lascia i suoi segni...

La ringrazio anticipatamente
P. R.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente,
L'eiaculazione retrograda è irreversibile dopo intervento di Turp. Non vi sono cure che possono restituirle un'eiaculazione normale. E' un qualcosa che viene sacrificato per riavere una buona minzione. Spero di averla aiutata. Cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la sua gentile e rapida risposta, ho fatto tale domanda perché il medico curante mi ha dato qualche speranza asserendo che esisto farmaci per riattivare (almeno in parte) il livello del testosterone! Beh, almeno ci ho provato è tolto un dubbio.
Cordialmente.
P. R