Utente 405XXX
Buonasera. Scrivo per avere un parere circa il mio problema.
Circa due mesi fa si è presentato un problema. Lingua bianca con forte sensazione di bruciore e secchezza del cavo orale. Recatomi dal medico di famiglia e dopo una sommaria visita mi prescrive uno sciroppo a base di nistatina da prendere quattro volte al giorno per 10 giorni. Secondo pui la causa della candida era stato un utilizzo improprio di antibiotici. Sin da piccolo ho infatti sofferto di laringite cronica ed ero praticamente costretto a ricorrere all'antibiotico quasi una volta al mese se non a distanza di un paio di settimane tra un ciclo e l'altro, ovviamente sempre sotto prescrizione medica. La situazione non migliora e per altro mi compare una dolorosa afte. Premetto che portando da piccolo l'apparecchio le afte erano ricorrenti. Me ne nasceva solo una però, sempre nello stesso punto con un decorso piuttosto breve. Ritorno dal medico che mi prescrive delle analisi del sangue, emocromo ecc comprese di glicemia (per escludere un possibile diabete). Esami perfetti se non per una leggera anemia (sono microcitemico). A questo punto il medico mi chiede di continuare la terapia con la nistatina e di finire il flacone. Cura terminata ma senza successo. Lingua ancora bianca, anche se è accentuata al mattino. Secchezza e afte .A questo punto il medico si rifiuta di darmi altro affermando che non si può fare piu nulla. Cosa dovrei fare a questo punto ? A chi altro dovrei rivolgermi per risolvere il mio problema ? Grazie in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mirco Di Biase
36% attività
8% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Le afte sono piccole ulcere che si presentano all interno del cavo orale, la cui causa seppur sconosciuta sembra essere associata a periodi di stress, carenza nutrizionale di acido folico, vit.b12 e ferro e riduzione delle difese immunitarie.
La lingua bianca potrebbe essere provocata, da una proliferazione di microorganismi (ad esempio batteri). E una condizione che non desta particolare preoccupazione in quanto i fattori che ne determinano le cause sono facilmente individuabili.
Bisogna stabilire se le cause sono patologiche ( mughetto , tonsille, patologie respiratorie o gastrointestinali o infezioni come l' erpes simplex)
o non patologiche (igiene orale, alimentazione,stress, farmaci, protesi dentali, fumo e alcool).
Detto questo le due patologie da lei descritte sono correlate tra loro, pertanto le consiglio una visita dal suo dentista di fiducia, con la quale potrà individuare le cause ed intervenire con adeguato trattamento terapeutico risolutore. Cordialmente.