Utente 375XXX
Salve, sono un maschio di 34 anni, alto 1.83 e perso circa 90 kg, da piccolo dopo la perdita di mio fratello ho iniziato a soffrire di tachicardie, attribuite ad attacchi di panico, ma dopo circa 10 anni si è scoperto che erano TPSV da rientro nodale, ed io per circa 10 anni ho sofferto d'ansia da tachicardia e non solo e sono diventato se il termine è giusto cardiofobico. Due anni fa ho fatto l'ablazione trans catetere con esito positivo, e da allora non ho avuto più TPSV, a questo punto ho iniziato a fare ciclismo circa 3 ore solo la domenica per mancanza di tempo, e mi mantentengo in fascia aerobica o comunque cerco di non superare i 160 bpm ultimamente però mi è capitato di avere exasistole mentre stavo a 150 bpm e mi sono terrorizzato al punto da non uscire più con la bici.
Domanda posso continuare a fare sport anche con le exasistole? O è pericoloso? Posso superare la fascia aerobica o devo trattenermi? Dimenticavo soffro di reflusso gastro-esofageo. Ho il terrore di andare in arresto cardiaco anche se durante lo studio elettrofisiologico sono arrivato a 287 bpm senza fare una piega e quindi credo siano escluse altre patologie a carica del cuore. Secondo voi posso stare tranquillo. E sopratutto è meglio o peggio continuare lo sport. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Anche il cuore piu' sano puo' presenatre extrasistoli, che niente hanno a che fare con l'ablazione che lei ha eseguito.
Continui senza problemi a fare il suo sport.
Ovviamente, sono sicuro, eseguira' periodicamente dei test da sforzo.
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Grazie infinite, gentilissimo e velocissimo. Grazie