Utente 187XXX
Egr. Dott,
ho una cisti sul palmo della mano dx. In Ottobre del 2009 ho eseguito ecografia con il seguente risultato: In corrispondeza della tumefazione palpabile a livello della regione volvare della mano dx, si apprezza formazione ovalare solida scarsamente vascolarizzata di mm 22x13x10 - Tale formazione si sviluppa nel contesto del sottocute mostrando contorni netti e regolari, senza atteggiamento infiltrante nei confronti dei muscoli dell'eminenza tenar sottostanti.
Allora 6 anni fa andai da un chirurgo che mi disse che avrei potuto anche lasciarla se non mi dava fastidio. In effetti non avevo fastidi e non la tolsi. Ora, 4 giorni fa son caduto per terra e per proteggirmi con le mani ho sentito un forte dolore alla cisti; ho arrossamento della stessa, anche se di meno, e in un lato della cisti si è formata come una piccola vescichetta che conterrà sicuramente un liquido. Quando me la tocco o mi appoggio mi fa male altrimenti no. Ho prenotato per mercoledi una ecografia per vedere la situazione. Potrei prendere, nelle more della ecografia, un antibiotico. A casa ho due tipi di antibiotici, già usati in precedenza per altre problematiche: amoxicillina e ciprofloxacina. Quale dei due è piu indicato? La ringrazio infinitamente per la risposta e dopo la ecografia invierò risultato per un consiglio . Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
L'antibiotico non ha nessuna indicazione in una contusione, per cui non ne prenda. Dal referto non sembra che si tratti una cisti, visto che si parla di una formazione solida. Chieda al Suo medico curante, che è il Suo primo punto di riferimento per qualsiasi problema di salute, quale antinfiammatorio può essere indicato nel suo caso. Una volta eseguita l'ecografia, è bene che la mostri a un ortopedico esperto in chirurgia della mano.Può trovare qui http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html (zoomando sulla mappa) gli Specialisti più vicini, anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società, con indicate anche le strutture pubbliche presso le quali lavorano, oppure vedere qui i Centri di Riferimento per la Chirurgia della Mano. http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/centri/elenco-centri-mano-italia.html
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dott.
La ringrazio per la Sua cortese risposta. Le comunico l'esito della ecografia:
In corrispondenza della tumefazione palpabile, nella regione palmare, in sede superficiale, è apprezzabile una formazione iso - ipoecogena a morfologia a losanga, capsulata, del diametro massimo di circa 27x17x10 mm. Detta formazione nodulare che appare solo lievemente aumentata di volume rispetto all'esame del 2009 eseguito in altra sede, alla valutazione con power - Doppler, non presenta significativi segnali vascolari intra - e perilesionali e appare ben clivata dalle strutture muscolo - facciali più profonde. L'ecostruttura e la morfologia della lesione sono aspecifiche, tuttavia, come prima ipotesi diagnostica potrebbe essere presa quella di un fibrolipoma o, meno verosimilmente quella del tumore a cellule giganti della guiaina tendinea dei flessori delle dita: necessario monitoraggio strumentale o eventuale exeresi chirurgica. Mi recherò presso una specialista della mano, come da Lei consigliato. Certo, la possibilità del tumore a cellule giganti, tornato a casa e fatte ricerche in merito, mi ha un po spaventato per la possibilità, anche se estremamente difficile, di eventuali metastasi o altre conseguenti negative
Cosa ne pensa Dottore?
Grazie infinite per la Sua disponibilità -
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Penso che se non ha la necessaria competenza per discernere tra le informazioni mediche che acquisisce dovrebbe evitare di cercarle su internet, perché invece di chiarire i dubbi se li crea. Già il fatto che Lei chiami "cisti" una neoformazione che "cisti" non è sta a dimostrare che nessuno Le ha spiegato in modo comprensibile di cosa si tratta. Il referto è rivolto esclusivamente al medico che ha chiesto l'esame, ed è compito di questi spiegare al paziente di cosa si tratta oppure inviare il paziente a visita specialistica. Se bastasse leggere un referto e poi guardare su internet sarebbe molto comodo anche per noi, ma purtroppo la Medicina è cosa ben più seria (e difficile) di quanto si creda. Per quanto riguarda le paventate metastasi, non mi risulta che sia descritto in letteratura un solo caso di metastasi da "tumore a cellule giganti (TCG) della guaina sinoviale" : si tratta di una patologia del tutto benigna, che può al massimo recidivare se non rimossa interamente. Il "tumore a cellule giganti dell'osso" è tutt'altra patologia, e questo in alcuni casi può diventare maligno e anche dare metastasi. Del resto, se si fosse trattato di un tumore maligno, pensa che il Suo medico, una volta letto il referto, non avrebbe preso provvedimenti? Se è così superficiale come dice il referto, molto probabilmente non si tratterà nemmeno di un TCG della guaina sinoviale e questo lo si saprà solo dopo l'esame istologico (se necessario) una volta rimossa la neoformazione. Aspetti di sentire il chirurgo della mano prima di preoccuparsi, perché potrebbe essere un piccolo fibroma o un ispessimento della fascia per esempio un Dupuytren. Sono solo ipotesi, e non ne tenga conto.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
[#4] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott.

in attesa di conoscere le decisioni del chirurgo invio Cordiali saluit