cisti  
 
Utente 108XXX
HomeServiziL'esperto rispondeVisualizza Risposte
L'ESPERTO RISPONDE
Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio é gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.

Domanda di: Infanzia

14/03/2016 08:12:44
Cisti nuca bambino
Mio figlio all'età di 13 mesi è caduto battendo la testa. Poiché io non ero presente, non so dire il punto esatto in cui ha preso la botta. Alla sera, in seguito a pianto insistente l'ho portato in pediatria dove mi hanno detto che il bozzo dietro la nuca non era dovuto alla caduta ma si trattava di un linfonodo retronucale (mobile alla palpazione, no segni di tumefazioni craniche, nè discontinuità della teca cranica) dovuto a flogosi febbrile delle alte vie respiratorie. Dopo circa un un mese poiché il gonfiore persisteva chiamo la pediatra la quale mi dice che nei bambini possono durare mesi e mesi. Al successivo controllo ribadisce che non è nulla. Al controllo dei 19 mesi le faccio nuovamente presente il problema e lei mi consiglia eco cute e sottocute. Effettuata eco il giorno stesso: in sede occipitale dx si evidenzia rigonfiamento sottocutaneo di 1,8 cm di diametro e spessore max 0,4 cm, ipoecogeno, capsulato a contorni regolari, compatibile con formazione cistica. Cisti sebacea. Il dottore aggiunge che potrebbe trattarsi di una botta dovuta a caduta che tarda a riassorbirsi. Chiedo: mi devo preoccupare? Perché pareri discordanti? Se fosse effettivamente dovuto a caduta (visto che me ne sono accorta proprio in tale circostanza)può questo in qualche modo avere risvolti negativi futuri? Grazie per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
la tumefazione cistica a carico del cuoio capelluto non è secondario al pregresso trauma, ma si tratta di una semplice cisti dermoide. Si tratta ovviamente di una tumefazione benigna, ma che può aumentare di dimensioni.
Certamente, è utile una valutazione chirurgica e valutare l'eventuale indicazione all'intervento.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la sua risposta. Abbiamo già prenotato la visita chirurgica per valutare eventuale intervento. Attualmente il bimbo non mostra alcun fastidio e anche toccando la cisti non avverte dolore. L'intervento comporta qualche rischio? In quali casi si rende necessario? Nel caso di anomalie o patologia gravi, l'ecografia effettuata le avrebbe evidenziate?
[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
La cisti dermoide a carico del cuoio capelluto non crea nessun disturbo, tranne che può aumentare di volume.
L'intervento viene eseguito in regime di chirurgia ambulatoriale o Day Surgery, e quindi con dimissione a poche ore dall'intervento.
L'ecografia eseguita ha evidenziato bene le caratteristiche della cisti, quindi direi di stare tranquilli e di aspettare la visita chirurgica.
Buona serata.
[#4] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno. Effettuata visita chirurgica pediatrica. Il dottore si è limitato a toccare il bozzo senza guardare l'ecografia. Secondo lui potrebbe trattarsi di una cisti così come di un linfonodo poiché in quel punto vi sono i linfonodi occipitali. A questo punto non so cosa pensare, ci hanno messo in lista di attesa per un intervento, ma allo stato attuale non sappiamo per che cosa. È il caso di preoccuparsi e procedere con ulteriori accertamenti? Grazie
[#5] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
State tranquilli e non dovete eseguire ulteriori accertamenti, la tumefazione ha le caratteristiche di una lesione assolutamente benigna e molto suscettibile di cisti dermoide del cuoio capelluto. Nel caso si trattasse di linfonodo, sebbene l'ecografia non abbia dimostrato un flusso sanguigno, sarebbe secondario ad un processo infiammatorio (linfonodo reattivo).
Buona giornata.
[#6] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Qualora si trattasse di linfonodo, è normale che da 6 mesi non si sia mai ridotto anzi è cresciuto di dimensione?
[#7] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Come già detto, le caratteristiche della tumefazione sono compatibili con una cisti dermoide.
Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera. Abbiamo effettuato in controllo ecografico. Riporto referto: a livello della tumefazione clinicamente evidente in sede occipitale dx al di sopra della teca cranica si osserva formazione disomogeneamente ipoecogena (dimensioni invariate). Al colordoppler non sembrano presenti segnali vascolari significativi.Minima irregolarità della teca cranica sottostante per cui si consiglia completamento con rx (utile anche per storia di pregresso trauma)Quadro ecografico suggestivo in prima istanza di cisti dermoide.
Subito il dottore ci ha chiesto se il bimbo è caduto perché dal l'ecografia può sembrare anche il residuo di un ematoma ( cosa che poi ha escluso visto sono passati 8 mesi e le dimensioni sono aumentate).
Il dottore ha aggiunto (seppure ritenga tale ipotesi la meno probabile che possa trattarsi di granuloma (di ?) che con il tempo potrebbe erodere l'osso. Operazione non urgente ma comunque da fare.
Preciso che il bambino non stava fermo e che il medico ha detto che l'irregolarità ossea potrebbe essere una falsa immagine.
I raggi posso dare maggiore chiarezza? Possono in qualche modo essere pericolosi per il bambino? La cisti può avere eroso l'osso? La frase:finché non apriamo non possiamo sapere cosa c'è dentro non mi dà troppa tranquillità. Grazie

[#9] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Salve,
certamente per esprimermi sulla tumefazione e' necessaria una valutazione, ma ovviamente anche le cisti dermoidi crescendo possono erodere l'osso sottostante, per tale motivo l'indicazione all'intervento e' consigliata. Nel caso di una cisti dermoide, la Rx cranio non è consigliata.
A vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.
[#10] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie. Mi hanno consigliato i raggi anche per fornire maggiori informazioni al chirurgo che deve operare. Se ho bene capito però in caso di cisti dermoidi i i raggi non forniscono informazioni utili. A questo punto mi chiedo:perché farli? La tumefazione potrebbe essere dell'altro? (Grave?) L'eventuale erosione dell'osso che problemi può dare al bambino?
[#11] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Ovviamente, prima di eseguire una Rx cranio vi consiglierei di eseguire la valutazione chirurgica di controllo e far decidere al chirurgo. Come già detto, la radiografia non è indicata in caso di una cisti dermoide.
L'asportazione della cisti, in questi casi, è indicata per evitare un'ulteriore erosione dell'osso, visto che queste cisti tendono ad aumentare di volume e determinare in casi rari una compressione a compressione a carico dei tessuti sottostanti.
Cordiali saluti.
[#12] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per avere risposto così rapidamente! Parleremo al più presto con il chirurgo. Cordiali saluti.
[#13] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Di nulla e a Vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.
[#14] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno, abbiamo provato a contattare il chirurgo ma questi ci ha fatto sapere, senza visitare il bambino e tramite l'infermiera, di fare i raggi. In sostanza ci vediamo il giorno dell'intervento. Lei ritiene opportuna una visita prima dell'operazione? Cosa si può vedere tramite rx di importante ai fini dell'intervento? Grazie.
[#15] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Salve,
se è stata richiesta la Rx cranio, penso che sia utile visionare l'esame prima dell'intervento per stabilire il corretto iter diagnostico-terapeutico.
Buona giornata.
[#16] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Buona sera, il bambino è stato operato qualche giorno fa per cisti epidermoide. Il bimbo sta bene e gli esami preoperatori sono nella norma. Il chirurgo all'uscita dalla sala operatoria ha detto che probabilmente si trattava di linfonodo ma di stare tranquilli perche è tutto a posto. Premesso che è in corso l'esame istologico, chiedo se un eventuale linfonodo "preoccupante" sarebbe stato facilmente riconoscibile dal chirurgo che ha effettuato l'operazione. Grazie.
[#17] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Sebbene l'esame istologico e' determinante per la diagnosi, in alcuni casi all'atto operatorio si possono apprezzare delle caratteristiche macroscopiche che possono far pensare ad un linfonodo sospetto, ma nel vostro caso direi di stare tranquilli.
Cordiali saluti.
[#18] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie. Un'ultima domanda: se il linfonodo o presunto tale fosse qualcosa di brutto il bambino avrebbe manifestato altri sintomi? (È passato quasi un anno da quando lo abbiamo scoperto). Il bambino è sempre stato bene, la tumefazione non è mai stata dolorosa ed è sempre stata mobile (si è però ingrossata).
[#19] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Per le dimensioni e per l'assenza di altre tumefazioni o sintomatologia, direi di stare tranquilli; in caso si trattasse di un linfonodo, si tratterà sicuramente di un linfonodo di tipo reattivo, ovvero di un linfonodo aumentato di volume a seguito di un processo flogistico, altrimenti si tratterà di una cisti dermoide.
In entrambi i casi, di forme assolutamente benigne.
Cordiali saluti.
[#20] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora una volta per la sua risposta in tempi rapidi, ma purtroppo mi era stato detto che i linfonodi reattivi tornano in dimensioni normali nel giro di un paio di mesi, nel nostro caso è passato quasi un anno e le dimensioni sono aumentate. Saluti
[#21] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Come vi ho scritto in precedenza, le ipotesi possono essere o un linfonodo o una cisti dermoide. Fatemi sapere quando avrete l'istologico e state tranquilli.
Cordiali saluti.