Utente 835XXX
buongiorno,novembre 2007 mi è stata diagnosticata tbc polmonare trattata secondo le linee guida con l associazione dei soliti 3-4 farmaci per 9 mesi.termine terapia agosto 2008.a due mesi tutto bene,pcr ves emocromo fegato e reni tutto ok,il fatto è che l,allergia è alle stelle,gli eosinofili a 16 le orecchie chiuse,naso chiuso ecc..ho plurisensibilizzazioni e faccio spray nasali antistaminico e seretide discus.a bisogno facevo cortisone per bocca,ma dopo la tbc mè stato vietato.devo stare tutta la vita col raffreddore allergico o prima o poi posso riprendere il cortisone?quanto tempo ci vorrà?le orecchie chiuse mi distruggono psicologicamente
Grazie per ogni vostro prezioso consiglio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
In questa fase il cortisone potrebbe frenare anche le cellule immuni che stanno liquidando gli ultimi avanzi del micobatterio. Lei respirerebbe, ma il germe rialzerebbe la testa, com rischio di disseminazione. La terapia complessiva va commisurata al problema piu' importante - di cortisone se ne riparlera' fra un anno o due. Tenga duro e provi ad aumentare l'antistaminico.