Utente 395XXX
Buonasera,
vorrei chiedere qualche chiarimento sul fenomeno chiamato DISPNEA.
Vorrei avere qualche delucidazione in più riguardo la capacità di saperla distinguere da
quello che può essere il normale respiro accelerato per aver salito le scale o per aver camminato per 20 30 minuti.
Faccio questa domanda poiché tutti associano queste parole ad altri termini come fiatone respiro corto etc....
Ma ad esempio anche il mio collega quando viene a lavoro delle volte ha respiro accelerato oppure mia moglie che sale le scale ed ha il fiatone ma non sono dispnotici.
Allora chiedo come effettivamente ci si possa accorgere che un soggetto che non svolge nemmeno attività fisica (Niente palestra o altri tipi di sforzi particolari) ma solo la normale attività quotidiana di lavoro possa avere un attacco di Dispnea.
Mi è stato detto che lo stesso fatto di chiedere cosa sia e come si verifichi vuol dire che non è mai capitato poiché altrimenti uno se ne accorgerebbe.
Potreste darmi qualche informazione in più a livello fenomenologico.
Vi ringrazio in anticipo per i vostri chiarimenti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
per dispnea si intende la percezione fastidiosa del proprio respiro, del quale abitualmente non ci accorgiamo eprche' e' in effetti un automatismo.
Comprenderea' che non le posso qui fare una dissertazione per motivi anche di spazio.
Le cause di dispnea possono essere le piu' varie, dalla banale ansia al tumore polmonare e pleurico, da una banale bronchite , da una polmonite, da scompenso cardiaco, da asma, broncopneumopatia cronica ostruttiva.....

Arrivederci

cecchini