Utente 406XXX
Salve, vorrei esporvi un problema che riguarda la mia erezione. Ho 18 anni e quando sono con la mia ragazza il mio pene non si indurisce completamente, creando problemi durante il rapporto. In alcuni casi è capitato anche durante la masturbazione. Sono vergine e inizialmente pensavo fosse ansia da prestazione, ma anche ora che mi sono tranquillizzato riguardo questo aspetto il problema persiste. Vorrei cercare di trovare un modo, se possibile, di risolvere il problema senza ricorrere già a visite mediche con andrologi o psicologi, poiché sono ancora un ragazzo e ciò mi metterebbe molto a disagio.. Cosa posso fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente,
è difficile consigliarti. Se ha un problema vero di erezione, si può solo indagare con una visita specialistica andrologica o urologica. Data la giovane età e la sua verginità, potrei pensare ad un fattore di ansia. Ma se lei mi dice che così non è, allora diventa complicato comprendere dalla mia postazione. Valuti le sue erezioni notturne e mattutine...questo potrebbe rassicurarla che l'erezione funziona bene. Se così non fosse e fosse preoccupato, trovi la forza di prenotare una visita specialistica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore, l'erezione in genere funziona bene quando non sto con la mia ragazza. La prima volta con lei è andata male proprio per questo problema, e forse ciò che mi blocca potrebbe essere la paura che capiti di nuovo. Se così fosse, cioé se fosse soltanto un problema d'ansia, c'è qualcosa che posso provare a fare o devo necessariamente rivolgermi già ad uno psicologo?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Se l'erezione funziona bene quando non sta con la sua ragazza, allora il problema è psicologico. Lei ne ha parlato con la sua ragazza di questo problema? Forse, parlandone insieme e cercando di aprirsi completamente, potrete trovare e sperimentare nuove situazioni emozionali gradite ad entrambi in modo da superare il problema. Parli con la sua ragazza del problema e sperimentate insieme cose nuove e divertenti in modo da non focalizzare tutta l'attenzione sul problema erezione . Mi faccia sapere. Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Aggiungo qualche riflessione a quelle già ricevute e delle letture, unitamente ad un canale salute " tutto sul d.e"

Il vissuto sgradevole e doloroso relativo al deficit erettivo - o meglio vulnerabilità erettiva - la paura anticipatoria di rivivere un fallimento sessuale, contribuiscono a creare quelli che noi clinici chiamiamo “fattori di mantenimento della disfunzione”, ben differenti dai fattori che hanno contribuito all’insorgenza della problematica sessuale.

Potrebbe trattarsi di ansia..
Ansia da prestazione..
Cattivo apprendimento sessuale...
Cause ambientali..
Cause psichiche..
Inesperienza...( la verginità al maschile non esiste)
Assenza di educazione sessuale..
Spectatoring ( lo trova ben spiegato nelle letture)
Cause di coppia..
cause che appartengono alla sesualita della partner..
E così via...

Capisce bene che online, e senza clinici, non si può analizzare e soprattutto risolvere una problematica così complessa e sfaccettata



http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
[#5] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Cari dottori, vi ringrazio per i vostri consigli.
Per rispondere in modo particolare al Dott. Bottai , in questi giorni è capitato più di una volta che siamo stati insieme e, anche se non abbiamo avuto rapporti sessuali, l'erezione è avvenuta senza complicazioni. Potrebbe essere dunque un problema legato all'uso del preservativo, a causa della ridotta sensibilità da esso concessa? In tal caso come potrei risolvere il problema?
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
Penso più sia un problema psicologico. Ma tutto potrebbe essere. Forse con l'abitudine, potrà superare il problema. Mi faccia sapere. A presto