Utente 406XXX
Gentili dottori,vorrei sapere se con i seguenti valori ormonali, potrei gia' escludere la componente ormonale come causa della mia erezione ormai da un po' di tempo non piu' turgida come prima.
I valori sono:
TESTOSTERONE TOT =5,20 ng/ml (3.0-12.0)

TESTOSTERONE LIBERO=14,30 pg/ml (8.0-54.0)

PROLATTINA=15,9 ng/ml (2,5-16,2)

FSH=1,6 mu/ml (1,3-11,8)

LH=5,2 mu/ml (2,8-6,8)

17B ESTRADIOLO=54,8 pg/ml (1-56)

SHBG=23,7 nmol/l (20.0-70.0).

Gradirei magari, il parere di più esperti (ho la visita di controllo con il mio urologo/andrologo tra 2 settimane).Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
gli esami emtici vanno bene. Stia tranquillo. Il suo urologo penso che dovrà indagare altre cause, sempre che ve ne siano. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dr.Bottai intanto la ringrazio per avermi risposto,ma mi sono dimenticato di dire,che ho fatto anche uno spermiogramma, in cui mi è stata riscontrata un oligoastenospermia, e il mio precedente urologo nonostante questo quadro ormonale mi prescrisse una cura con gonadotropine ( 2 volte a settimana per 3 mesi) che io però forse sbagliando mi rifiutai di fare un pò perché ho paura delle cure ormonali, un pò perché anche io nonostante la mia ignoranza in materia credevo che con un assetto ormonale cosi' non ne avessi avuto bisogno (lui mi disse che con questa cura c'era una buona possibilità di guarire sia dalla oligoastentospermia sia dal mio problema di deficit erettile e di non guardare troppo gli esami ormonali che a volte non dicono la verità)ora le chiedo:
1)Secondo lei ho sbagliato ad abbandonare questo urologo?
2)è vero che gli esami ormonali a volte mentono e bisogna ascoltare piu' i sintomi dell paziente?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
Ho troppi pochi elementi per comprendere tutta la sua situazione. Il suo urologo avrà sicuramente indagato la possibile causa di questa alterazione spermatica e ha consigliato questa terapia empirica. Un esame ormonale solamente può non essere veritiero ma questo vale ( e forse di più ) per uno spermiogramma. Le consiglio di ripetere entrambi gli esami (esami ematici e spermiogramma) e rivalutare questa alterazione spermatica. Mi faccia sapere. Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dr.Bottai mi hanno fatto fare "mille analisi" alle quali sono risultato sano( nessuna patologia metabolica,pressione normale,cariotipo normale,non ho varicocele , gli esami ormonali gli ho ripetuti 3 volte con piccolissime variazioni ma sempre nella norma)ora l ultimo test è l'ecocolordoppler penieno che eseguirò tra due settimane.Ora le chiedo:
1)secondo lei con questo quadro potrei giovare della terapia con gonadotropine o rischierei di peggiorare dopo la sospensione della cura?
2)prolattina ed estrogeni sono nella norma o dovrei parlare con il mio medico per abbassarli un poco?
3)come potrei escludere completamente una causa organica da una psicologica?
4)in alternativa alle gonadotropine sarebbe meglio un riattivatore tipo nolvadex?
5)se la causa fossa psicologica le erezioni notturne/mattiniere dovrebbero essere normali? le mie sono deboli anche nel sonno e la mattina, mentre prima invece no.
Grazie della disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente,
rispondo per punti:
1)io non vedo utilità nel fare una terapia con gonadotropina dato che i valori ormonali non sono alterati. Sarebbe una terapia empirica. Porterebbe dei benefici? Non so.
2)Prolattina e estrogeni risultano nella norma.
3)Escludere una componente organica o psicologica lo deve fare l'urologo che la segue. Dalla visita, dal colloquio e dall'anamnesi si comprendono molte cose
4) Il Nolvadex nel suo caso non è indicato
5) Sicuramente le erezioni mattutine e notturne aiutano a distiguere una causa psicologica da una organica.

In conclusione, difficile dare suggerimenti online se non di farsi seguire da un andrologo o sentire un altro parere attraverso una visita specialistica. Spero di averla aiutata, cordiali saluti


[#6] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dr.Bottai la ringrazio veramente molto per avermi chiarito molti mie dubbi,ora le sarei veramente grato se mi chiarisse gli ultimi 2 dubbi che mi sono rimasti (poi le prometto che non la disturbo piu').

1)nel caso ripetessi per l' ultima volta esami ormonali e spermiogramma, e gli esami ormonali risultassero ancora nella norma mentre lo spermiograma mi darebbe di nuovo oligoastenospermia sarebbe sensata allora la cura con gonadotropine?(chiedo chiarezza perché il precedente urologo ,al mio rifiuto della cura mi spaventò dicendomi fai come vuoi ma sappi che se la stimolazione dei testicoli non viene fatta il prima possibile ti giochi la fertilità)

2)quindi dottore quando le erezioni notturne/mattiniere non sono forti ce buona probabilità che si tratti di problema organico e non psicologico?.
Dottore grazie di tutto ancora e buona pasqua,mi è stato veramente di grande aiuto
[#7] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
Se si è escluso tutti i fattori di rischio e le cause che potrebbero causare una alterazione spermatica, se si fosse in una situazione idiopatica cioè senza causa accertabile, seguire il suo urologo potrebbe avere un senso nel caso si ricercasse una gravidanza che non arriva. Questo perché la terapia con FSH empirica, cioè non basata su studi scientifici solidi, potrebbe dare un miglioramento della spermatogenesi. È stato visto in una metanalisi, che pazienti con alterazioni spermatiche idiopatiche e con normale profilo ormonale, una terapia con FSH ha mostrato una percentuale di concepimento più elevata rispetto al placebo.
Dunque potrebbe essere un tentativo in caso di sterilità, cioè dopo un anno di rapporti non protetti senza avere una gravidanza.
Che poi a 28 anni, questa cura deve essere fatta quanto prima, per "non giocarsi i testicoli e la fertilità" non lo trovo scritto da nessuna parte. Certo è che se la fai in età avanzata, minori saranno i risultati ( come l'intervento chirurgico per varicocele). Comunque tutto è molto empirico.
Se le erezioni mattutine o notturne sono scarse o assenti, questo ci può aiutare nel dire che ci può essere un problema organico. Se volessimo un dato preciso, dovremmo utilizzare il Rigiscan, lo strumento che misura le erezioni notturne.

Spero di averla aiutata. Cordialmente



[#8] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Salve,oggi sono stato dal urologo, il quale mi ha detto che il rigiscan non lo fanno più perché ormai "vecchio"... ed ha aggiunto che è un problema psicologico.Ora io mi chiedo:

1) è possibile che un problema psicologico possa dare sempre un erezione incopleta?(sia nel sonno,sia quando si è con una ragazza che da soli)

2)se avessi una prostatite non diagnosticata, potrei avere questi sintomi?

3)terapie con testosterone o gonasi anche in presenza dell mio quadro ormonale potrebbero giovarmi?

4)ho una leggera forma di sciatalgia che mi da un po di intorpidimento dell piede sx solo quando sono a letto...questo potrebbe incidere?.
Gentili dottori lo so che mi sto facendo molte paranoie, ma mi trovo in brutta situazione da cui non riesco ad uscire, confido nel vostro aiuto.Grazie