Utente 406XXX
Buongiorno,
sono un minorenne congenito, soffro di IRC con creatina a 1.6 stabile da un paio di anni.
Da circa un anno e mezzo sono perseguitato da una fastidiosissima tinea cruris, nella zona inguinale, il mio medico di condotta in Italia, mi ha curato con Travocort, ma sistematicamente dopo alcune settimane si ripresentava.
Ora vivo in Spagna ed il mio attuale dottore mi ha curato dapprima con una crema contenente Clotrimazolo, ma dopo alcune settimane si è ripresentata in maniera decisamente più aggressiva in termini di grandezza della zona interessata e dell'intensità del prurito che di notte mi impedisce di riposare bene e che, non potendomi controllare, mi provoco lesioni epiteliali grattandomi.
A questo punto il medico mi ha prescritto una crema contenete Terbinafina ed una terapia per bocca di 125 Mg di Tebinafina per un mese (metà dose data la mia patologia renale), ma dopo 3 giorni, non vedo alcun risultato,anzi l'unico sollievo lo ottengo utilizzando la pomata Travocort.
Tengo presente che cambio asciugamano dopo ogni doccia e lo lavo con amuchina, pratico pesca subacquea, quindi rimando immerso con una muta in acqua per un'ora e mezza 2/3 volte a alla settimana.
Considerando che arriva la stagione calda quindi sudorazione nella zona intima decisamente maggiore come la possibilità di praticare sport, pensa che è normale che sia così difficile liberarsi di questa patologia fungina?
In attesa di una Sua gentile risposta porgo

Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
penso "monorene" e non "minorenne congenito":-).
Certamente l'atteggiamento più auspicabile in caso di ripetuti fallimenti terapeutici (quando la diagnosi sia stata fatta su base clinica) è rivedere la stessa diagnosi , magari con l'ausilio di un tampone e terreno di coltura per miceti.
Inoltre vanno riconsiderati i fattori ostativi alla guarigione, e rimossi. Non secondario trattare con sostanze diverse , magari con galenici .
Ma ovviamente va rivalutata.
cordialità