Utente 399XXX
Buonasera... Ho aperto un consulto riguardo una fimosi non serrata circa 2 mesi fa...
In parole povere, fino a circa 5 mesi fa non ero in grado di scoprire il glande ne a pene eretto ne a pene a riposo. A furia di insistere, ormai riesco ad aprirlo tranquillamente quando è a riposo...
Il problema è nello stato di erezione. Quando sono in erezione completa non riesco a scoprirlo interamente, è come se il buco fosse troppo stretto per permettere il passaggio dell'intero glande.

Ho molta paura a forzare perché non vorrei incorrere nella parafimosi.
Vorrei sapere, se io lo scoprissi mentre il pene a riposo e mi venisse un'erezione, mentre che è ancora scoperto, cosa accadrebbe? Il mio ragionamento è: se in erezione non si riesce a scoprire, se va in erezione mentre è scoperto, avviene una specie di strozzamento o cosa?

Inoltre vorrei sapere se è normale avere un'alta sensibilità al glande... sta gradualmente diminuendo ma la parte che contorna il buco dell'uretra continua ad esserlo in modo particolare... potrebbe essere presente un infezione o qualcosa del genere?

Vi ringrazio anticipatamente! (Sono consapevole che la cosa migliore da fare sarebbe andare da uno specialista ma se riesco ad evitare preferisco)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
Se ha un erezione mentre è in fase flaccida e mentre il glande è scoperto, potrebbe avere dolore e problemi a ritirare su il prepuzio. Potrebbe incorrere in una parafimosi o, al termine dell'erezione, il prepuzio potrebbe risalire senza problemi. Difficile da prevedere.
La sensibilità aumentata potrebbe essere legata alla fimosi e al fatto che il glande è rimasto coperto a lungo.

In conclusione, potrebbe essere indicato un piccolo intervento di circoncisione e dunque le consiglio di valutare il problema con uno specialista urologo.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Ma quindi ci sono speranze che continuando a scoprirlo a riposo e cercando di farlo anche in erezione ne tragga dei benefici riuscendo prima o poi a scoprirlo anche in erezione oppure è solo un rischio inutile? Io ho notato che sono passato da anni in cui non riuscivo ad aprirlo completamente, piano piano riuscivo ad aprirlo sempre di più finché non sono riuscito a scoprirlo a riposo. Da quel momento, ho insistito sempre di più e ora riesco a scoprirlo anche quando è in semi-erezione ma non in erezione completa.



Un'altra domanda... fin da quando sono piccolo, nel momento in cui scopro leggermente il glande, si può notare che nella pelle (quella del prepuzio, non sul glande) ci sono delle minuscole palline dello stesso colore della pelle... non fanno assolutamente male ne niente e sono soltanto lì... ho cercato su internet ma non ho trovato niente di simile... che cos'è?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente,
A questo punto, per inquadrare la situazione clinica, necessita di una visita urologica. Difficile giudicare senza fare una visita. Mi faccia sapere. A presto