Utente 225XXX
Buongiorno,
sono un giovane di 32 anni. Da circa un mese ho un problema di arrossamento e leggero gonfiore del prepuzio. In particolare, la pelle che ricopre il glande si infiamma inizialmente per poi sgonfiarsi e spellare e ritornare più o meno normale. Ma dopo pochi giorni la cosa si ripete. Anche il glande va incontro a spellamento, senza altri sintomi quali arrossamenti o altro.
Questi sintomi sono comparsi pochi giorni dopo un rapporto orale praticatomi da una ragazza (è stato un rapporto occasionale) che aveva un piercing sulla lingua.
Questo mi ha fatto pensare immediatamente a problemi quali la candida o altro.

Non mi sono ancora attivato per una cura per un motivo fondamentale: non posso pianificare una strategia con il mio medico di famiglia perché non posso assolutamente parlare di argomenti del genere, ritenuti ancora tabù malgrado sia un problema di salute come un altro. Chiedo scusa per la reazione che può suscitare quanto ho scritto.

Ritornando al mio problema: i sintomi da me riscontrati mi sembrano lievi e non mi fanno pensare a problemi quali infezioni da MST, anche se tuttavia visto che continuano a ripetersi da un mese rimango comunque molto preoccupato e penso lo stesso al peggio.

La mia domanda è: mi rivolgo direttamente in farmacia chiedendo un farmaco per calmare l'infiammazione (una pomata simile a quelle utilizzate per la cattiva igiene intima) oppure, saltando il medico di base, devo rivolgermi a un andrologo?

Torno a chiedere scusa per quanto ho scritto, ma tutto nasce dal fatto che non posso parlare di argomenti attinenti alla sessualità con il mio medico di famiglia.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
In tal caso bisogna fare una visita completa. Il mio consiglio è prenotare una visita specialistica con un dermatologo che si occupi di malattie veneree o altrimenti un urologo o andrologo. Inutile andare direttamente in farmacia. Mi faccia sapere. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dott. Bottai,
ho prenotato ed effettuato una visita questo pomeriggio presso un dermatologo specialista in venereologia.
Il medico ha eseguito un esame a vista e ha constatato lo spellamento in corso (il terzo in questo mese) e il leggero rossore e gonfiore del prepuzio. Mi ha detto che probabilmente potrebbe trattarsi di candida o di una semplice infiammazione, in ogni caso dovuta a una scarsa igiene o semplicemente per contatto delle mani sporche con il pene. (Mi ha detto che il solo rapporto orale non è da imputare tra le possibili cause)

Non mi ha dato una diagnosi precisa al millimetro in quanto non mi ha fatto un tampone per verificare la presenza della candida o altri possibili microorganismi (funghi o batteri), per il fatto che nel pomeriggio il laboratorio di analisi del suo studio era chiuso. Mi ha comunque invitato a presentarmi qualora lo volessi in mattinata.

Mi ha prescritto i seguenti farmaci:

- Elazor 150 mg capusle rigide (principio attivo: fluconazolo);

- Decoderm 2% + 0,1% Crema (principi attivi: miconazolo nitrato, fluprednidene-21-acetato).

Ometto la posologia della cura che mi ha detto di iniziare già da domani. Questo è tutto.

Volevo a questo punto chiederle informazioni sulla visita e sui farmaci. E' un problema serio, o si tratta di qualcosa che può essere curato senza possibili recidive?

La ringrazio anticipatamente.



[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
seguendo quello che le ha detto il dermatologo che l'ha visitata, penso che sia un problema curabile. Segua la terapia che le ha dato il collega e ci tenga informati. Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dott. Bottai,
torno a scriverle dopo un mese dalla fine della cura durata circa 4 settimane.
Devo dire che sin dall'inizio del trattamento ho visto la situazione migliorare notevolmente, tanto che a cura finita la postite è guarita.
Con il dermatologo abbiamo concluso che si è trattato di una postite da stress o sfregamento.

Tuttavia, pur non osservando più i sintomi acuti iniziali, noto tuttora che la pelle del prepuzio non è tornata ancora perfettamente "sana"...e a distanza di due mesi il prepuzio è ancora sensibile.
Ad esempio, a seguito di un rapporto sessuale, ho notato che un po' di rossore compare, ma dura poco e non provoca gonfiore o spellamento.

Volevo quindi chiederle se questo decorso le sembra normale e se è conveniente un periodo di astinenza sessuale continuata per evitare lo stress del prepuzio ancora sensibile e se si per quanto tempo.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Il decorso mi sembra normale. Penso non ci sia niente di anomalo. Per l'astinenza veda lei. Se il prepuzio non è edematosa o dolente dopo il rapporto, può avere rapporti sessuali. Naturalmente più lubrificazione vaginale è presente, meglio è per il suo prepuzio. A presto