Utente 860XXX
Gentile dottore,
sono un pianista professionista e l'udito e' molto importante per me come puo' ben immaginare. Non so se e' una fissazione ma la percezione sonora al mattino sembra per me essere piu' confusa e metallica rispetto alla sera quando invece i suoni diventano piu' chiari e distinti. E' possibile o normale una cosa simile? Dovrei rivolgermi ad uno specialista? Puo' essere un fatto di tensione nervosa piu' accentuata al mattino che compromette anche la percezione uditiva?
Grazie per l'eventuale risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Barbara Filosa
20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile signore,
esistono delle ipoacusie fluttuanti che possono causare una temporanea riduzione di udito accompagnata da sensazione di orecchio ovattato ed acufene(rumore nell'orecchio). nella fase inizile tale sintomatologia regredisce con ripristino della normale funzione uditiva. la cosa insolita è la ricorrenza così costante da lei riferita tra la mattina e la sera. per togliersi ogni dubbio dovrebbe fare un esame audiometrico ed impedenzometrico al mattino e ripeterli la sera.
Cordiali saluti