Utente 407XXX
Buongiorno,
scrivo per mia madre, 63 anni, da circa tre anni e mezzo operata alle anche.
Premetto che mia madre era affetta da displasia congenita bilaterale.
In età giovanile (12 e 14 anni) ha subìto due interventi (fu operata dal Dott. Scaglietti) consistiti nella "rottura" della testa del femore che è stato "girato" per ristabilire l'articolazione (scusate la terminologia, ma sono interventi molto difficili da descrivere per i non addetti ai lavori).
Questo intervento le ha lasciato una dismetria: la gamba sinistra (che era quella maggiormente malata) risultava più corta di circa 1 cm della gamba destra.
Passati i 50 anni la mamma ha cominciato a zoppicare (anche a causa della dismetria) e successivamente ad avere dolori alle anche, a causa dell'artrosi.
Così ha deciso di sottoporsi a due interventi di protesi all'anca.
Per prima è stata operata l'anca destra (quella più dolorante) e, dopo circa 6 mesi la gamba sinistra.
L'ultimo intervento risale, come dicevo, a tre anni e mezzo fa.
Dopo gli interventi, rimaneva la dismetria.
Mia mamma riprendeva a comminare (zoppicando ma pochissimo: ha proprio dovuto reimparate a camminare!) senza alcuna fatica e senza avvertire alcun dolore.
Solo ogni tanto, avvertiva un fastidio sotto al gluteo sinistro (quelle della gamba più corta), che però si risolveva con fisioterapia e stretching.
Era ormai da un anno che il disturbo non si presentava.
La scorsa settimana, però, il disturbo è tornato e ciò senza che mia madre avesse fatto sforzi o lunghe camminate (sta molto attenta a preservare le protesi, fa gli esercizi indicatigli dai medici e stretching, ma sempre con attenzione).
Ora il fastidio viene avvertito più come un dolore nella parte tra gluteo sinistro e coscia sinistra, anche da seduta.
Abbiamo già preso un appuntamento con il fisioterapista di fiducia.
Nel frattempo però vorrei un Vostro parere: è possibile che a causa della dismetria, e di conseguenza dell'andatura, ogni tanto si presenti questo tipo di disturbo? Dobbiamo preoccuparci di verificare che all'interno vada tutto bene? Premetto che l'ultimo controllo (dello scorso anno) era andato molto bene tanto che, su decisione del chirurgo, il prossimo controllo sarà tra cinque anni.
Vi ringrazio per l'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Antonio Croce
20% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Buonasera,
il dolore riferito va valutato nella successiva visita fisiatrica,anche perchè potrebbe derivare da un'altra patologia.
Per quanto riguarda la dismetria ,consiglio una valutazione computerizzata per studiare una soletta che possa ripristinare l'eumetria.Questo per poter permettere una deambulazione più corretta ed un carico ripartito sugli arti inferiori.
Antonio Croce