Utente 406XXX
Buonasera sono un ragazzo di 28 anni,
Inserisco questa richiesta per avere un consulto da parte di un esperto al riguardo di un problema verificatosi con l'intervento per correzione di una malformazione toracica (pectus Excavatum) premetto che io mi sono operato e l'intervento di correzione è andato bene ed ora non ho piu la malformazione, tuttavia il problema è che i pettorali al centro si sono legati tra loro, quindi nella contrazione di uno si verifica il leggero scivolamento\trascinamento dell'altro. Mi è stato detto che correggere questa cosa è estremamente difficile nel senso che è possibile che non sia piu possibile riposizionare i pettorali nella loro sede precisa a causa della mancanza del tessuto connetivale sottostante. Quello che non riesco a capire è se ci sia la paura di riaprire e non riuscire a mettere a posto a causa della mancanza di esperienza in questo tipo di intervento o se è proprio vero che una volta staccati dallo sterno non sia piu possibile riportarli nella loro sede. Dopo 4 anni dall'intervento io presumo che si siano riattaccati alla base, non posso pensare che siano rimasti sollevati dalla parete sternale e per questo motivo mi chiedo perchè non è possibile attraverso una piccola incisione separare quei 3 cm che sono rimasti uniti al centro e staccarli. Mi è stato anche detto che non è possibile fare alcun tipo di esame per vedere se sia possibile riattaccarli alla loro sede, tutto questo da parte di un chirurgo plastico. Spero di essere stato abbastanza comprensibile nella spiegazione. In sostanza al centro del mio sterno i due pettorali sono attaccati per una lunghezza di circa 3 cm massimo 4. Ringrazio chiunque voglia rispondermi e mi scuso se sono stato poco preciso o poco chiaro

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
12% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Hai chiesto spiegazioni al chirurgo che ha eseguito la correzione del pectus?i muscoli pettorali vanno sempre scollati dal punto di inserzione sternale a inizio correzione per la lunghezza necessaria e poi nuovamente fissati sullo sterno a fine correzione. Chiedi al tuo chirurgo sicuramente troverà un modo per sistemare i pettorali. Saluti
[#2] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera Dottore
La ringrazio per la risposta, il mio chirurgo (colui che mi operò) mi disse che se non mi causa problemi fisici ne dolori posso anche lasciarli cosi e che non trovano necessario sistemarli perchè dicono che sia un intervento che potrebbe non risultare efficace e addirittura causare una diastasi. Han pure detto che è successo che hanno provato a sistemarli ad altri pazienti ma che non ci sono riusciti. A me a questo punto sono sorti dei dubbi, come è possibile che non possano essere rimessi come prima, cioè una volta staccati non possono piu essere messi nella loro sede precisa? ho avuto anche un consulto da parte di un chirurgo plastico che mi disse che loro non si fidano di intervenire se non ci sono reali problemi come carenza di forza o dolore fisico. In ogni caso mi sorge il dubbio che siano loro ad avere delle carenze su questo tipo di interventi. Lei dottore saprebbe cortesemente dirmi secondo la sua esperienza se è possibile che si verifichino dei problemi nella fase di riposizionamento in sede corretta e che evitare che rimangano fluttuanti vengono uniti? trallaltro al tatto si sente che l'unione è su una lunghezza di massimo 3 Cm non capisco come sia possibile che non si riesca a ricucirli giusti e ovviamente se gli stessi che mi hanno operato sono restii a riopeare figuriamoci come potrei mai fidarli di loro una terza volta
[#3] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
12% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mandami una foto perché io possa capire
[#4] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Dottore purtroppo a vista non si vede niente e non saprei neanche come mandarle una foto in modo che si veda, ma contraendo un pettorale, al centro si vede il trascinamento dell'altro e al tatto si sente che al centro non cè lo sterno ma l'unione dei due muscoli quindi alla contrazione di uno anche l'altro si sposta, ovviamente non tutto il muscolo ma solo una parte