Utente 390XXX
Buongiorno,ho un dolore sul 45 che funge da pilastro per un ponte da tre elementi che a quanto pare andrebbe devitalizzato ho fatto una lastrina e compare una ombra piccolissima, da un orto panoramica invece risulta che sia che sia tutto a posto.Ora lo stesso tipo di dolore si è presentato anche nella parte superiore dove cè un altro ponte,è possibile che sia un dolore di riflesso pur ave ndo la stessa intensita del 45?Ho fatto una terapia antibiotica il dolore è scomparso per due mesi ma adesso è ricomparso ,sia sul ponte di giù che su quello di sù,tenga conto che non cè la possibilita di rimuovere il ponte per cui è necessario bucare la ceramica della protesi.Prima di procedere alla devitalizzazione del 45 sarebbe necessario fare ulteriori accertamenti visto che lo stesso problema con gli stessi dolori (intolleranza alla masticazione cibi caldi e freddi)sono presenti anche sul ponte dell arcata superiore?Sicuro di una vs risposta porgo distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il dolore è un sintomo, causato da qualcosa.
Togliere o rifare il ponte, bucare la ceramica o quant'altro sono delle terapie.

In mezzo manca la diagnosi.

La panoramica è un esame radiologico grossolano che da una visione di insieme della bocca, senza grossi dettagli.
La radiografia endorale (quella piccola) fa edere molti dettagli in più.

Detto questo, non entro in dettaglio della diagnosi emessa per il ponte inferiore dal collega, è verosimile e non ho motivo per dubitarne.

Ma le cause di dolore possono essere molteplici, e senza basi oggettive è un pò come tirare a indovinare.

Nel suo caso in una visita vanno controllati:
* la presenza di altre ombre intorno alle radici;
* il modo con cui i denti e i ponti chiudono e si muovono fra di loro;
* la presenza di gengiviti e tartaro attorno alle protesi;
* la presenza di carie nei monconi pilastro dei ponti;
* la precisione del contorno del manufatto protesico sui monconi.

Le radiografie endorali sono fondamentali in questi controlli.
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la sua velocissima risposta.ALLORA il problema è apparso in maniera fulminea, tengo a precisare che ho una buona igene orale, le gengive sono state contrallate è sono a posto, il ponte aderisce perfettamente ai monconi(non si possono contollare eventuali carie perche il ponte pur martellandolo non viene via ,avrei preferito toglierlo per evitare di bucare la protesi)il ponte è stato messo a dimora circa 9 anni fà su denti vivi e finoi a 4 mesi fà tutto andava bene.Ogni anno faccio la pulizia, 3volte al giorno spazzolino e filo interdentale sul 45 è stata eseguita una prova di sensibilità e pare che il moncone non in necrosi, ma quello che mi sorprende è che lo stesso dolore lo sento anche sul ponte di sù.La saluto cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
E' possibile, ripeto, possibile, che alcuni denti siano andati in necrosi.

Per verificare carie sui nonconi non è necessario togliere il ponte, perchè partono dall'esterno e si vedono.

La prova si sensibilità è scarsamente attendibile, e non ci si può affidare completamente.

La diagnosi è clinica e radiologica insieme.

La terapia proposta (devitalizzazione) è logica per entrambi i denti, se la diagnosi è quella di necrosi.

I disturbi cesseranno quando verrà effettuata la terapia.