Utente 403XXX
Sono un ragazzo di 18 anni e ho letto che l'incidenza secondo degli studi in Veneto tra gli atleti (che in Italia sono screenati) era dell 2,3/100.000 (12-35) e dopo ho letto che col ECG si possono ridurre del 90% gli arresti cardiaci nei giovani fino ad quasi azzerare gli arresti cardiaci a 0.4-0.6/100.000 non ho capito ma se gli atleti in Italia sono screenati come puo essere l'incidenza 2,3 e dopo scrivono 0,4 se screenati questa cosa non ho capito.

Io ho molta paura di questi arresti cardiaci percio ho anche smesso di praticare sport e a scuola durante gli sfrozi mi viene un senso di derealizazzione-.-. (vado da uno psichiatra)

Guardo gli altri come corrono spensierati e li invidio moltissimo. Le cose che in genere mi tranquilizzano sono le statistiche basse che leggo di arresti cardiaci pero' vedo pieno di notizie di arresto cardiaco fra giovani, ho la sensazione che l'arresto cardiaco succeda a ogni 100 giovane che so che non e vero' pero vedendo tante notizie... Grazie per la risposta :) Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La morte improvvisa colpisce in Italia una persona su 1000 all anno, 200 persone al giorno, una ogni 8 minuti.
negli ultimi 6 anni sono morti 592 ragazzi sotto i 18 annimper morte improvvisa.
é vero che con lo screening e cioe ECG, EVG sotto sforzo, visita ed ecografia la possibilita di essere colpiti da arresto cardiaco scende molto, ma non si azzera.

arrivederci