Utente 397XXX
Salve dottori, sono una ragazza di 26 anni e da qualche mese (in seguito all'ultilizzo dell'anello) soffro di secchezza vaginale...ho fatto varie terapie con ovuli (filme gyno e fluvadin) e gel (ozogin), ma non ho avuto miglioramenti se non per la durata della terapia. Ho eseguito un tampone vaginale su consiglio della mia ginecologa e sono risultata negativa ad ogni batterio/micete, l'unica cosa rilevata è l'assenza di lactobacillus acidophilus. È possibile che una flora batterica inesistente possa causare secchezza vaginale? Com'è possibile trattare la situazione?

Riporto gli esiti del tampone:
Polimorfonucleati neutrofili: alcun
Cellule epiteliali di sfaldamento: alcune
Emazie:in discreto numero
Ricerca trichomonas e forme gonoccosimili: negativa
Osservazioni: assenza lactobacillus acidophilus

Premetto che tempo fa ho eseguito Pap test e colposcopia e sono risultata positiva ad hpv, in particolare 2 ceppi definiti non rischiosi dalla ginecologa. Può avere legami col mio problema?

Grazie mille anticipatamente per l'aiuto!
[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
VIAREGGIO (LU)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Tra gli effetti collaterali dei contraccettivi in generale e dell'anello in particolare viene riferita anche la secchezza vaginale.
Pertanto le suggerei se il disturbo è molto fastidioso di passare a sistemi anticoncezionali alternativi.
La presenza di HPV non influenza l'azione delle ghiandole responsabili delle secrezioni vaginali
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Grazie! Purtroppo ho dimenticato di scrivere che ho cessato l'utilizzo dell'anello a gennaio e che ancora dopo le varie terapie non ho avuto miglioramenti...può essere l'assenza dei lactobacillus una causa di secchezza? Guardando più a monte è possibile che ci sia un calo di estrogeni e che questo condizioni la presenza di flora batterica?
Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
VIAREGGIO (LU)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il fatto che il lattobacillo non sia stato segnalato non si significa che sia assente.
Il lattobacillo nella donna fertile è sempre presente eccetto quando sopravvengono alcune infiammazioni causate da germi che alterano il Ph vaginale tipo il trichomonas o la gardnerella vaginalis .
La quantità di lattobacillo varia nelle diversi fasi del ciclo a seconda dei livelli ormonali presenti. Generalmente incrementa nella fase post ovulatoria.
Non sempre pertanto è rilevabile al microscopio nei preparati a fresco campionati dal gel di coltura o in quelli colorati. Può darsi invece che il permanere della secchezza sia ancora una conseguenza della terapia estroprogestinica da lei effettuata
Altre cause delle secchezza possono essere, periodi caratterizzati da stress psico - fisici quali una dieta restrittiva, una attività fisica intensa, da problemi lavorativi, familiari o sentimentali.
Poiché anche l'uso eccessivo di ovuli o lavande può contribuire, per un effetto paradosso, a ritardare il ripristino della normale secrezione vaginale, aspetterei una risoluzione spontanea del disturbo, sicuramente elevata alla sua età , senza fare ulteriori terapie