Utente 404XXX
Buongiorno,
É da circa una settimana che mi è tornato un fastidio allo sterno che si era presentato da dicembre e Gennaio. A fine Dicembre il mio medico di base mi fece un elettrocardiogramma dicendo che era tutto regolare eccetto qualche problema di pressione alta. A Gennaio mi sono recato da un cardiologo il quale mi visitò e anche lui non trovò problemi dicendomi che l'elettrocardio che mi aveva fatto rispecchiava quello fatto in precedenza e consigliandomi di stare più tranquillo in quanto per lui era ansia. Sto controllando giornalmente il battito e noto che varia tra 70-97 con picchi durante la giornata fino a 130. Da quanto sopra secondo lei posso escludere problemi cardiologici o mi consiglia maggiori approfondimenti?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non vedo per quale motivo contraddire quel che le è stato detto da colleghi che l'hanno valutata direttamente e quindi più di me possono stabilire se lei ha bisogno o meno di approfondimenti.
Si tranquillizzi. Sbaglierò ma mi sembra solo un soggetto ansioso.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Dottore, la ringrazio per la celere risposta.
Sinceramente il dolore al petto\sterno accompagnato con un intorpidimento delle braccia, malgrado i tentativi di stare calmo e non pensarci continuano a persistere tranne nel momento in cui faccio sport o se mi distraggo chiacchierando con gli amici.
Mi capita sovente che ho sensazioni di giramenti di testa con il battito che sale fino a 110/114 per alcuni minuti per poi tornare regolare.
Secondo la sua esperienza e visto quanto le ho riferito sopra circa le visite da me già eseguite mi consiglia di effettuare ulteriori verifiche relativamente ad eventuali problemi cardiologici oppure sarebbe il caso di virare su consulti con uno psicologo??

La ringrazio anticipatamente.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le ho già risposto...
L'esclusione di un problema non può esser fatta a distanza, ma averlo fatto un collega che l'ha valutata fa propendere per l'assenza di un ruolo giocato dal cuore nella genesi dei suoi disturbi...
Se un approfondimento va fatto concordo che sia con uno psicoterapeuta.
Saluti