Utente 282XXX
Salve a tutti,
Vi scrivo per un parere: il 7/3 il ginecologo mi ha asportato un piccolo polipo cervicale in ambulatorio. Ho seguito la terapia consigliata (ovuli, lavande e antibiotico per 5 giorni) e non ho avuto alcun problema. Subito dopo la polipectomia e nei giorni seguenti non ho avuto alcun fastidio, ne perdite di sangue ne dolori alla pancia. Dopo circa 10 giorni mi compaiono delle perdite di colore scuro, marroncine, durate 3-4 giorni molto simile ad un ciclo scarso. Chiamo comunque il ginecologo che mi dice di star tranquilla e che secondo lui potrebbe trattarsi di un ciclo anticipato ( ero intorno al 18°). Dopo 10 giorni da queste perdite ( il 28/3) si presenta il ciclo mestruale proprio nel periodo previsto. Ricontatto il ginecologo ( ero fuori citta per la Pasqua) aggiornandolo sulla situazione è mi dice che secondo lui l'episodio delle perdite non può essere collegato al polipo ma forse un piccolo squilibrio ormonale o un'ovulazione più forte. Intanto da lunedì 28 è iniziato il ciclo ed ad oggi ho ancora un leggero flusso, con sangue rosso vivo e sfaldamento tipico delle mestruazioni con piccoli coaguli ancora presenti. Di regola il mio ciclo è piuttosto regolare (ogni 26/28 giorni) ed al 5 giorno terminano del tutto. È pericoloso un ciclo così lungo? Non vorrei nuovamente disturbare il medico con l'ennesima telefonata e passare per l'ansiosa di turno... Potrebbe essere stata la rimozione del polipo a provocare un ciclo più lungo ed abbondante? Oppure potrebbe indicare un problema più serio? Sono in pensiero per questa situazione. L'esame istologico non ha evidenziato nulla e a seguito della rimozione del polipo non sono stati riscontrati problemi come cisti alle ovaie o altro. Grazie in anticipo per la risposta e mi scuso per essermi dilungata.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sono del parere che si tratti di perdite ematiche da ovulazione e non di un flusso mestruale ravvicinato .
In questi casi si valutano i cicli successivi senza alcun allarmismo, per eventuali terapie.
Questi episodi accadono anche in donne con cicli regolarissimi, come ritmo e quantità .
Salutoni
Nicola Blasi
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la risposta dottor Blasi.
Per quanto riguarda il flusso mestruale presentato il 28/3 e che continuo ad avere ( come spiegavo presenza di sangue rosso vivo quando mi asciugo con presenza di coaguli di sangue) a cosa può essere riconducibile secondo lei?
Nel frattempo ho contattato il mio ginecologo per aggiornarlo e mi visiterà nel pomeriggio. Grazie e buon lavoro
[#3] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottor Blasi,
Scrivo per aggiornarla. Dalla visita è emersa una piccola cisti ovaio dx definita dal ginecologo "funzionale". Questo ciclo prolungato sarà dovuto verosimilmente ad un piccolo squilibrio ormonale. Il medico mi ha suggerito, come anche lei ha scritto, di vedere come si comportano le mestruazioni prossimamente e poi considerare il da farsi. Secondo il mio medico potrebbe essere riconducibile ad un periodo di stress e difese immunitarie basse ( ricordo che ho preso anche supracef antibiotico il mese scorso) Per il momento mi ha consigliato una terapia con vitamine ed integratori (supradyn, be total e ferrograd).
Attualmente ho ancora perdite di sangue, mi chiedo, questo ciclo mestruale si arrestera' da solo? O mi farà compagnia fino alla prossima? Sono un po' preoccupata perché temo che possa debilitarmi ancora di più. Grazie in anticipo per la risposta.
[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si potrebbe trattare con l'assunzione della pillola