Utente 407XXX
Buona sera,ho un problema da diverso tempo che riguarda sopratutto il fattore urinario,ossia ho un eccessivo bisogno di urinare che poi una volta all'atto,il più delle volte, si trasforma in poche gocce.Ho fatto diverse analisi,dal tampone all'urinocoltura,ma non è uscito nessun problema.Ora visto che mi sono accorto di avere un eccessivo impulso alla masturbazione,che per esempio può arrivare anche a 2-3 orgasmi al giorno,ho pensato che il problema parta proprio da li,inoltre ho un fastidio sia allo scroto,che in pratica mi sono accorto che ogni qualvolta ho il bisogno impellente di urinare,si restringe,e sia una sorta di bruciore tra l'ano e lo scroto,immagino probabilmente sia la prostata con un infiammazione che porta a questo.Per finire,nell'ultimo periodo ho avuto problemi di stanchezza fisica,a volte di cali di pressione,giramenti di testa, quindi volevo sapere se magari tutti questi sintomi sono legati all'eccessiva masturbazione e se per risolvere il tutto basta "fermarmi" per un pò di tempo,oppure ho comunque bisogno di qualche medicina per curare il tutto.Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
Forse ridurre un pó, per qualche tempo, l'attività sessuale potrebbe aiutarla a comprendere bene il problema. Per esempio se la sua stanchezza nasce proprio da questo. I sintomi sembrano essere quelli di una prostata infiammata. Beva molta acqua e aspetti qualche giorno. Se persistono, potrebbe consultare uno specialista urologo per valutare il problema. Cordiali saluti e mi faccia sapere
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
"Ora visto che mi sono accorto di avere un eccessivo impulso alla masturbazione,che per esempio può arrivare anche a 2-3 orgasmi al giorno"

Gentile Utente,
Segua le indicazioni del Dr. Bottai circa una valutazione medica, ma allo stesso tempo, sarebbe utile investigare il "perché" di questa compulsività...

Un autoerotismo compulsivo ha svariati significati:
Compensa mancanze affettive..
La quantità compensa la mancanza di qualità ..affettiva e relazionale..
Funge da antidepressivo...
Da ansiolitico..
Da Ipno induttore...

Restituire alla sessualità, anche auto erotica, il suo significato di spontaneità ,diventa la strada da poter seguire per recuperare la sua qualità di vita - e di salute globale - smarrita

Se desidera, nel mio sito personale e blog, troverà molte letture su questo tema.
[#3] dopo  
Utente 407XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per le risposte,credo innanzitutto di ridurre la pratica,così posso iniziare a capire se qualcosa dipenda appunto dalla masturbazione.
Per quanto riguarda ciò che ha scritto la Dr.ssa Randone,credo di averli quasi tutti,tra l'altro riducendo posso iniziare a capire se magari ne sono anche dipendente.