Utente 407XXX
Salve volevo chiedere un informazione sono stato sottoposto a tiroidectomia parziale per togliere una ciste emorragica.
Nell'esame istologico della tiroide apportata mi è stato trovato un carcinoma follicolare minimo con tutti gli altri esiti assenti noduli ecc.
IL chirurgo mi ha detto che devo asportare tutta la tiroide definitivamente mentre endocrinologo ha detto che sono guarito e non c'è bisogno dell'intervento...cioè chi ha ragione??!!
Cordiali saluti grazie mille




Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il suo è un reperto occasionale per un intervento eseguito per altra patologia, se la sua diagnosi preoperatoria fossa stata già di carcinoma, attualmente l'orientamento più diffuso è per la tiroidectomia totale, adesso che si è già sottoposto alla procedura chirurgica, l'endocrinologo può monitorare la sua situazione nel tempo e decidere se eventualmente indicare la radicalizzazione alla presenza di una ripresa del tumore, seguendo nel frattempo le indicazioni terapeutiche conservative del caso che lo stesso le indicherà.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 407XXX

Iscritto dal 2016
Quindi chi ha ragione il chirurgo o l'endocrinologo!?cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Mi sembrava di essere stato chiaro, ma mi ripeterò ancora più dettagliatamente. Lei è già stato operato, quindi l'orientamento dell'endocrinologo può essere giustificato e comunque l'indicazione all'intervento viene data sempre dallo stesso. Il chirurgo tuttavia si orienta sempre di più verso una tiroidectomia totale, che molto probabilmente anche l'endocrinologo avrebbe indicato, se avesse avuto una diagnosi di carcinoma prima dell'intervento.
Saluti