Utente 862XXX
Buongiorno.
Mio marito ed io (rispettivamente 38 e 39 anni) abbiamo già un figlio di 4 anni, per il quale non abbiamo avuto alcun problema di fecondazione.
Da circa un anno e mezzo abbiamo rapporti mirati non protetti, con il desiderio di avere di un secondo figlio. Io ho fatto dei controlli dalla mia ginecologa, come da prassi, che non evidenziano alcuna anomalia.
Mio marito ha appena effettuato uno spermiogramma avente esito seguente:

Periodo astinenza 3 gg
Volume 5 ml (2-4,5) *
Coaguli Presenti
Tempo di fluidificazione : normale, entro i 20'

pH 8
Colore Giallastro
Viscosità Normale
Lunghezza filamento 0 cm
Nr spermatozoi 32.7 milioni/ml
Nr spermatozoi nell'eiaculato 163.6 milioni/eiac.
Cellule rotonde 0,01 milioni/mL
Leucociti 1398 migliaia/mL
Vitalità 91% (75-100)

Motilità dello sperma
progressiva rettilinea a 60 min 3% * (25-100)
progressiva non rettilinea a 60' 42 %
motilità rettilinea totale a 60' 45% (50-100)
"in situ" a 60': 14%
immobili a 60':41%
Mobilità totale a 60':59%
progressiva rettilinea a 120': 0%
progressina non rettilinea a 120': 42%
"in situ" a 120':17%
immobili a 120':48%
Mobilità totale a 120': 59%

MORFOLOGIA SPERMATOZOI
Forme normali: 6% (30-100)
Forme patologiche: 94%

Conclusioni diagnostiche: Astenozoospermia, Teratozoospermia

A memoria, prima che nascesse ns figlio, mio marito aveva avuto dei dolori ad un testicolo che, a seguito ecocolor Doppler, avevano diagnosticato essere dovuti ad un leggero varicocele.
Credo che il prossimo passo sia di rivolgersi ad un andrologo per capire quali siano eventuali altri esami o terapie possibili. Vi ringrazio anticipatamente per un vs riscontro ed un commento che possa guidarci, cordiali saluti
Laura

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,aldila' delle alterazioni qualitative degli spermatozoi (motilita' e morfologia),il dato clinico piu' importante non e' la dolenzia pregressa in sede scrotale,ne',tantomeno,il leggero varicocele diagnosticato anni fa,ma il bambino che,attualmente,vive con voi.A questo punto,aspetiamo il parere dell'andrologo di riferimento,ed,eventualmente,ne riparliamo.Auguri sinceri.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregia signora,
la metà dei maschi con figli ha spermiogrammi alterati, spesso peggio, veramente peggio di quello del marito. Per quanto riguarda il varicocele non so dirle: quando è molto piccolo è raro che sia fonte di guai, e i dolori al testicolo non vogliono dire gran chè. Lo porti da un collega. E tranquilla. Faccia sapere
[#3] dopo  
Utente 862XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimi Dr Izzo e Dr Cavallini, vi ringrazio per il vostro pronto consulto e per gli auguri!
Complimenti, inoltre, a MedicItalia per questa iniziativa ed a voi che mettete la vostra professionalità a disposizione di chi ha bisogno, anche di poche parole.
Buon lavoro!
Cordiali saluti, Laura

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara signora,

il liquido seminale di suo marito presenta alcuni problemi relativi al numero ed alla motilità degli spermatozoi che potrebbero rendere assai problematica una fecondazione di una giovane donna di 39 anni!
la visita andrologica è doverosa, anche se non credo che il piccolo varicocele eventualmente presente debba essere affrontato chirurgicamente, dopo i 38 anni, con speranza di modificare sostanzialmente la situazione seminale
cari saluti