Utente 375XXX
Gentili dottori, sono in cura per depressione ricorrente con aspetti di ruminazione ossessiva. Il mio curante alla cura che sto seguendo ha aggiunto abilify 10mg per mitigare aspetti ruminativi e rituali di vario genere. Questa modifica e' avvenuta un paio di settimane fa e devo dire sto meglio, il pensiero e' più fluido e impiego molto meno tempo durante la giornata per compiere i rituali..A questa cura, dati i progressi il curante ha deciso di abbinare cinque gocce di haldol al di' per rafforzare l'effetto sui rituali e compulsioni che mi assillano e quindi anche sulle ossessioni. Volevo sapere l'interazione fra i due farmaci e' sicura, considerando che prendo anche un altro antipsicotico, il seroquel che è in terapia a dosaggio di 150mg per ansia e depressione? Non rischio nulla di grave cobsiderabdo che comunque i dosaggi dei tre farmaci sono tutti bassi? Abbiamo provato ad agire sul versante ossessivo con il seroquel ma purtroppo ci siamo accorti che non era incisivo come l'abilify. Inoltre secondo la vostra esperienza i butirrofenoni sono abbastanza incisivi per trattare le problematiche di doc? Il mio curante ha affermato che si, il dosaggio e' basso, ma è potenziato dall'azione di abilify, secondo voi può essere corretto? Infine ultima domanda, aldilà delle eventuali interazioni rischio con tre antipsicotici una sindrome beurolettica maligna o e' comunque un'eventualità rara? Come sempre grazie per l'attenzione, cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
l'uso di butirrofenoni a basso dosaggio nel DOC è stato ampiamente dimostarto, non ci sono particolari interazioni fra i farmaci che assume, utile un controllo periodico di ECG per la valutazione del QTc (esamie categoricamente richiesto prima della prescrizione di Haldol anche a basse dosi)
[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dott. Vannucchi,

La ringrazio per la risposta. Entrambi i farmaci ho visto, sono spesso utilizzati come potenziamento agli ssri, in questo caso, non potendo assumere antidepressivi per via dell'eccessiva attivazione, lei ritiene che l'efficacia dei due farmaci (abilify e haldol) sul doc possa essere eguale anche senza ssri? Infine l'haldol ha un'efficacia in particolare sull'aspetto delle compulsioni o in generale sull'intero meccanismo? Le faccio queste domande perchè al tempo uno psichiatra mi disse che haldol NON è una cura per il doc, il che sinceramente mi lasciò basito perchè leggo di numerose testimonianze di pazienti che se ne sono giovati, l'unica mia perplessità era appunto sulla questione dell'unione o meno con antidepressivi in potenziamento? Grazie ancora, in attesa di un suo riscontro, cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gli antipsicotici a basso dosaggio trovano impiego nel DOC in associazione a SSRI quando da soli non danno benefici(ad es nelle forme resistenti)