Utente 399XXX
Salve, premesso che ho 29 anni,al 1,70 peso 70kg dopo un dolore alla schiena nei pressi dell'osso sacro durante una partita di calcetto sono rimasto "bloccato" per un paio di giorni, dopo molta voltaren e borsa dell'acqua calda la situazione è migliorata, salvo poi dopo ulteriori due giorni mi inizia a tirare il polpaccio sinistro, in particolar modo di notte, con dolori a tratti anche accentuati, dopo 15 giorni in cui ho riavvertito anche fastidio alla schiena ho effettuato la risonanza magnetica l.s. con questo referto:
Esame eseguito con tecnica TSE e STIR mediante scansioni assiali e sagittali dipendenti dal T1 e dal T2.
Discopatia degenerativ L4-L5.
Lo stesso disco L4-L5 è sede di un bulging discale posteriore, con accentuazione in sede paramediana sinistra;il rilievo, associato ad un'ipertrofia dei massicci articolari interapofisari, determina un moderato restringimento del canale spinale, con restringimento in particolar modo del recesso epidurale anterolaterale di sinistra.
Minimo bulging discale L5-S1, con lieve impronta sul sacco durale.
Normale l'ampiezza dei forami di coniugazione.

In attesa di effettuare una visita specialistica, come devo comportarmi? cosa ha evidenziato il referto e cosa posso fare per alleviare il dolore? Di tanto in tanto alcune sere ho assunto oki come antinfiammatorio, visto che il dolore si manifesta con insistenza nelle ore notturne.
[#1] dopo  
Dr. Konstantinos Martikos
28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
La sintomatologia ed il referto radiografico depongono per una discopatia L4-L5 con associata ad una protrusione discale e conseguente stenosi del punto di passaggio di una determinata radice nervosa che causa il dolore all'arto inferiore sinistro. Ovviamente, per confermare tale ipotesi è fondamentale l'esame clinico-obiettivo e la diretta visualizzazione delle immagini da parte dello specialista che ti valuterà.
In base a tutto il quadro clinico-radiografico ed in base alle tue attuali limitazioni antalgiche si possono definire le cure. Attualmente, ti consiglio di evitare sforzi in sovraccarico della colonna e la postura seduta prolungata. L'anti-infiamatorio che stai già assumendo è indicato, deve essere assunto a stomaco pieno e per periodi non troppo lunghi. Altri medicinali o cure fisiche si possono dare con certezza solo dopo la valutazione globale del tuo quadro.
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille dottore, nel frattempo il dolore è diminuito, ho assunto enantyum per una settimana e ho iniziato da 10 giorni la ginnastica posturale, in attesa della visita, al momento ho sempre fastidio la sera al momento di addormentarmi diciamo che si verifica non appena assumo la posizione coricato a pancia in su o in giù a letto, per il resto nella giornata non ho particolari problemi, ho limitato l'attività fisica a camminate in cui inizialmente avevo fastidio adesso sembra migliorare. Devo preoccuparmi o pensa che posso riuscire a riabilitarmi completamente?..grazie ancora del parere
[#3] dopo  
Dr. Konstantinos Martikos
28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Il fatto che il dolore si è attenuato è sicuramente un dato positivo. In genere, ai miei pazienti consiglio un approccio riabilitativo graduale e nel rispetto del quadro clinico-radiografico e delle limitazioni antalgiche. Dovrebbe essere l'ortopedico che ti visiterà a definire la tempistica e la tipologia delle terapie da eseguire.
Cordiali saluti